Iscriviti

Dipendenti dallo smartphone? Ecco 5 domande per capirlo

Il dottor Edwin Salsitz suggerisce cinque domande da porsi per verificare se si ha una dipendenza da smartphone. Funzionano per scoprire anche altri generi di dipendenza.

Salute
Pubblicato il 29 maggio 2017, alle ore 13:08

Mi piace
9
0
Dipendenti dallo smartphone? Ecco 5 domande per capirlo
Pubblicità

La presenza degli smartphone si è fatta sempre più costante con il passare degli anni. Ad oggi è quasi difficile pensare ad un momento della giornata nel quale non si consulti il telefono. L’utilizzo eccessivo porta ad avere una vera e propria dipendenza che sfocia in comportamenti compulsivi.
Il quotidiano statunitense USA Today ha deciso di andare a fondo della questione consultando un medico specialista nella cura delle dipendenze, il dottor Edwin Salsitz.

La medicina non ha ancora riconosciuto ufficialmente l’esistenza della dipendenza da smartphone e altri dispositivi tecnologici, ma secondo il dottor Salsitz ci sono tutti i presupposti per considerarla una vera e propria malattia. Se quindi sentite di avere un comportamento quasi ossessivo verso il vostro smartphone, il dottor Salsitz spiega come capire se si tratta di una dipendenza.

Ogni tipo di dipendenza si basa sul piacere: ad ogni notifica ricevuta nel telefono il corpo rilascia della dopamina nel cervello, il che produce sensazioni piacevoli. Quando queste sensazioni di gratificazione diventano una necessità allora inizia la dipendenza.

Ecco le cinque domande che il dottor Edwin Salsitz suggerisce di porsi per capire se si ha una dipendenza (valide per qualsiasi tipo di dipendenza).

1. Quanto sono coinvolto dall’uso del dispositivo? In pratica, riesco a non usare il telefono per almeno due ore senza accenderlo o controllare le notifiche? Riesco a non controllarlo appena mi sveglio? Riesco a svolgere delle semplici attività senza interromperle controllando il dispositivo?

2. Riesco a mettere da parte il dispositivo per dedicarmi alle altre persone? Se esco a cena in compagnia, controllo costantemente il telefono e non riesco a non toccarlo a distanza di poco tempo? Il bisogno del contatto fisico è un sinonimo di dipendenza.

3.Quando non uso il dispositivo ho sintomi di astinenza? Divento irritabile come se mi mancasse qualcosa di importante, anche se solo per pochi minuti? La dipendenza emotiva è tanto forte quanto la dipendenza fisica.

4. Utilizzo il telefono di nascosto dagli altri? Quando si è troppo coinvolti da qualcosa si percepisce la propria dipendenza e si tende a nasconderla agli amici e ai familiari per evitare che diventi palese.

5. Quando sono annoiato o depresso tendo ad usare il telefono? Una forma di distrazione a risposta ad uno stato emotivo negativo non è mai una soluzione utile, ed è paragonata a distrazioni come l’alcol, il cibo o il fumo.

La dipendenza si può manifestare in diversi gradi, solo gli specialisti possono fare una diagnosi accurata e precisa. In ogni modo se vi rivedete in tutti questi 5 punti, sarebbe consigliabile iniziare a diminuire l’utilizzo dello smartphone.

Altri video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Chiara Lorenzon - Con l'avanzare del progresso, le nuove tecnologie e i nuovi mezzi a disposizione, nascono inevitabilmente anche nuove patologie e malattie. La dipendenza è una di quelle malattie che possono coinvolgere un qualsiasi comportamento. Dal cibo all'alcol, dal fumo alla droga, qualsiasi tipo di gratificazione può sfociare in una dipendenza. Quindi anche da una gratificazione di tipo tecnologico.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!