Iscriviti
Bologna

Bologna: voto di laurea online per gli studenti del Dams

Gli studenti dello storico quanto stigmatizzato DAMS di Bologna si trovano privati di quello che secondo loro è un diritto del laureando, ovvero la discussione della tesi.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 24 maggio 2017, alle ore 19:08

Mi piace
16
0
Bologna: voto di laurea online per gli studenti del Dams
Pubblicità

Il corso di laurea Dams, oggi tanto stigmatizzato e considerato da alcuni come una delle cosiddette lauree inutili, nasce nel 1971 all’interno della facoltà di lettere e filosofia dell’Università di Bologna. Si tratta dell’acronimo della dicitura “Discipline dell’Arte, della Musica, dello Spettacolo”, materie che prima di allora non avevano uno specifico indirizzo all’interno dell’ambito letterario.

L’ateneo di Bologna è stato il primo in Italia ad offrire una formazione specifica per le arti dello spettacolo (oggi corsi di laurea Dams si trovano in diverse città italiane, tra cui Roma, Torino e Firenze). Il Dams di Bologna vanta tra i suoi laureati personaggi diventati stimati giornalisti come Milena Gabbanelli, scrittori famosi come Chiara Gamberale e personalità del cinema e dello spettacolo (tra cui Emilio Solfrizzi, Luigi Luciano alias Herbert Ballerina, Carlo Mazzacurati).

Oggi gli studenti dello storico Dams di Bologna si trovano privati di quello che secondo loro è un diritto del laureando ovvero la discussione della tesi. La tesi di laurea triennale non sarà eliminata, come accade nella maggior parte delle università europee, ma non potrà più essere discussa, bensì dovrà essere inserita sul sito del corso di laurea tramite una procedura online.

Gli studenti del Dams sono ancora sottoposti all’onere della tesi ma viene tolta loro la possibilità di mettere in luce il proprio lavoro attraverso la pubblica discussione della tesi di fronte alla commissione d’esame.

La discussione della tesi rappresenta un momento importante e memorabile del percorso universitario, una prima prova del lavoro di ricerca ma anche un’occasione per mettersi alla prova e per festeggaire la fine dell’iter universitario.

Altri video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Rosalba Bonaccini - "Niente più discussione pubblica della tesi, addio alla stretta di mano e all’accademica frase: 'La proclamo dottore in...'. Il voto sarà annunciato online, come quando escono i cartelloni di fine anno al liceo" scrive Ilaria Venturi per Repubblica. Da studentessa del Dams sono pienamente d'accordo con la protesta degli studenti bolognesi che si vedono privati di quello (la discussione della tesi) che, a mio avviso, è anche un momento di soddisfazione personale che merita di essere vissuto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!