Accedi Iscriviti
scrivi

Apple ritira adattatori difettosi responsabili di shock elettrici

Apple ha comunicato il ritiro, volontario, di tutti gli adattatori per le prese a muro CA venduti tra il 2003 ed il 2015 in Europa, Brasile, Argentina, Australia e Corea del Sud. Tenderebbero a rompersi ed a causare shock elettrici in caso di contatto.

Pubblicità
Hi-Tech
Pubblicato il 29 gennaio 2016, alle ore 07:32

Mi piace
0
Preferiti
0
Apple ritira adattatori difettosi responsabili di shock elettrici
Pubblicità
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Apple è nota per produrre terminali sempre molto eleganti, ben ottimizzati lato software, e molto ben costruiti in termini di hardware. Nessuno, però, è infallibile. Nemmeno Cupertino. In queste ore, infatti, Apple ha comunicato ufficialmente di aver avviato il ritiro, volontario, di alcuni adattatori per le prese CA commercializzati tra il 2003 ed il 2015 in diversi Paesi: motivo? Si rompevano e causavano shock elettrici agli utenti.

Apple, in effetti, ha diramato un comunicato nel quale precisa che verranno ritirati gli adattatori per le prese a muro CA venduti nel range temporale indicato, quindi dal 2003 al 2015, in alcun Paesi come Australia, Corea del Sud, Europa, Brasile ed Argentina. In particolare ci si è resi conto che in alcuni casi, gli adattatori coinvolti si rompevano e causavano shock elettrici quando venivano toccati dagli utenti: al momento si conoscono solo 12 episodi del genere capitati in diverse parti del mondo con l’eccezione di Canada, USA, UK, Cina, Giappone, Hong Kong. Ciò nonostante, ovvero malgrado il numero di elementi coinvolti fosse molto esiguo, Apple – ritenendo prioritarie la sicurezza dei suoi utenti – ha avviato la campagna di ritiro di queste periferiche difettose.

apple-adattatori-difettosi

Nel frattempo, continua Apple, è consigliato agli utenti di non far uso degli adattatori coinvolti e di utilizzare, al loro posto, i cosiddetti “adattatori riprogettati”. Ma, questo è il punto importante, come sapere con assoluta certezza quali adattatori non usare?

Per spiegarlo, Cupertino ha messo online una pagina dedicata a quest’iniziativa di “rientro” nella quale vien illustrato che, ad essere coinvolti nel problema, sono gli adattatori chenello slot di collegamento all’alimentatore principalehanno (quand’è il caso) 4 o 5 caratteri. Quando si verifica un’eventualità del genere, l’adattatore – che sia per Mac o per dispositivi iOS – dev’essere messo da parte nell’attesa di ricevere da Apple il relativo adattatore riprogettato.

Nei giorni scorsi abbiamo visto come il prossimo trimestre (Gennaio-Marzo 2016), per Cupertino, potrebbe presentare il primo calo di vendite nella sua storia. Questo perché gli iPhone 6S e 6S Plus non si sono rivelati così innovativi come l’utenza della mela morsicata si auspicava. Ora, il fatto che Apple abbia dovuto ritirare degli adattatori difettosi – a causa di 12 casi di pericoloso shock elettrico – non è certo il modo migliore per riguadagnare la stima della propria utenza abituale…

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Insomma, il problema in questione non sarà grosso come il Dieselgate nel quale è incappata la Volkswagen ma poco ci manca. Gli alimentatori vengono usati da tantissimo dispositivi, anche nel mondo Apple: parliamo di iPad, iPhone, iPod e Mac! Oltre a questo, va ricordato che il problema - anche solo potenzialmente - riguarda una base di utenza ancor più vasta in relazione al parametro temporale: gli adattatori che potrebbero causare shock elettrici sono quelli che son stati venduti - anche nei kit internazionali - tra il 2003 ed il 2015, quindi in 12 anni! Considerando quanto costa, abitualmente, un prodotto Apple...magari un po' più di cura nell'assemblaggio delle periferiche la si poteva mettere. Per fortuna l'assistenza Apple, al pari di quella Amazon, non conosce rivali!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!