Iscriviti

Esce l’autobiografia di Mike Tyson: “In galera sesso sfrenato”

Negli Stati Uniti sta per uscire "Undisputed Truth" l’autobiografia del discusso campione di pugilato, il quale ammette di aver dilapidato 300 milioni di dollari in sesso, droga e l’alcol

Gossip
Pubblicato il 13 novembre 2013, alle ore 19:08

Mi piace
0
0
Esce l’autobiografia di Mike Tyson: “In galera sesso sfrenato”
Pubblicità

La biografia di Mike Tyson uscirà la prossima settimana negli Stati Uniti, ma sta già facendo discutere, grazie ad alcune anticipazioni rilasciate dal quotidiano britannico Daily Mail.

Mike Tyson si confessa senza censure né reticenze, partendo dalla sua infanzia turbolenta nel quartiere di Brooklyn, gli inizi nella box, che lo ha salvato dalla strada e la morte di Cus D’Amico, il suo amato allenatore, che lo fece sprofondare negli abissi del vizio.

L’ex pugile racconta di aver dilapidato un patrimonio di 300 milioni di dollari in droga, sesso e alcol, trascorrendo nottate intere nei più licenziosi stripclub del mondo, e di aver combattuto quasi sempre sotto l’effetto della cocaina. Per aggirare i controlli antidoping dopo gli incontri aveva escogitato un piano: “Finito il match, un mio assistente faceva la pipì in un pene finto che io nascondevo dentro le mutande. E con quell’urina riempivo le provette dell’antidoping”.

Iron Mike parla poi della sua prima moglie Robin Givens, trovata a letto con un giovane Brad Pitt e dello stupro di Desiree Washington, per cui fu condannato a tre anni di carcere.

Curiosi sono gli aneddoti riguardanti le sue performance sessuali in carcere. Tyson racconta infatti di aver fatto sesso con tantissime donne che facevano la fila per visitarlo in prigione, compresa una funzionaria dell’Antidroga pagata profumatamente. Addirittura rivela che, una volta fuori, avrebbe desiderato “staccare la testa a qualcuno”, magari il suo odiatissimo ex manager Don King, pur di poter ritornare in cella.

E non poteva mancare il capitolo Evander Holyfield, a cui Mike Tyson staccò il lobo di un orecchio con un morso durante un incontro del 1997: “Lo volevo uccidere, ero fuori di me” ha scritto l’ex pugile.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!