Iscriviti

Asia Argento furibonda su Twitter: "Insultata per aver denunciato uno stupro"

Dopo la confessione della violenza subita dal produttore Harvey Weinstein le critiche sono giunte da vari fronti: successivamente all'episodio Asia Argento ha ammesso di aver avuto una relazione con l'uomo per 5 anni.

Gossip
Pubblicato il 12 ottobre 2017, alle ore 12:14

Mi piace
6
0
Asia Argento furibonda su Twitter: "Insultata per aver denunciato uno stupro"
Pubblicità

Tra le vittime di Harvey Weinstein, il noto produttore coinvolto nello scandalo delle ripetute molestie sessuali nei confronti di attrici e assistenti, vi è anche Asia Argento. Un’inchiesta del New York Times ha riportato la testimonianza di tre donne che affermano di essere state violentate da Weinstein, mentre Gwyneth Paltrow e Angelina Jolie lo accusano di molestie sessuali.

Asia Argento all’epoca della violenza aveva 21 anni, doveva interpretare il ruolo Beatrice nel film “B. Monkey – Una donna da salvare”, distribuito logicamente da Miramax. Nell’intervista al New Yorker Farrow scrive che Argento ha confessato come Weinstein l’abbia aggredita nel periodo in cui hanno lavorato assieme. La stessa attrice ha raccontato come si sono svolti i fatti: era stata invitata ad un party della Miramax all’hotel di Cap-Eden-Roc, in Costa Azzurra, ma arrivata scoprì immediatamente che non esisteva alcuna festa, che era presente solo Weinstein con indosso un accappatoio. L’uomo le chiese di fargli un massaggio per poi alzarle la gonna e praticarle forzatamente sesso orale.

Asia, per anni, non ha raccontato l’episodio perché, a suo dire, un forte senso di colpa la attanagliava, il fatto di non aver avuto il coraggio di reagire scappando: “Se fossi stata una donna forte gli avrei dato un calcio nelle palle e sarei scappata. Ma non l’ho fatto. E’ stato un trauma orribile”. L’attrice ha affermato che è stato un incubo e non ha detto nulla perché aveva paura che l’uomo potesse distruggere la sua carriera. Argento ha confessato di aver frequentato per 5 anni il produttore, avendo con lui anche rapporti consensuali e che sembrava ossessionato da lei, le faceva molti regali costosi.

Su Twitter Asia ha risposto alle numerose critiche piovute per aver frequentato per anni l’uomo che aveva abusato di lei, per paura di veder stroncata la carriera:  “Solo in Italia vengo considerata colpevole del mio stupro perché non ne parlai quando avevo 21 anni ed ero terrorizzata. Sono delusa, triste” a seguire Se denunci, sei tu la troia”

Cara Asia, avresti dovuto dire di no a Weinstein” ha commentato Luxuria sottolineando che la Argento ha sbagliato ad aver accettato, dopo quell’episodio, di fare sesso con l’uomo nei 5 anni successivi. La regista ed attrice le ha risposto fulminea che evidentemente non è mai stata violentata, e che tale sua espressione l’ha decisamente delusa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Chiara Lanzini - Asia Argento ha condotto anche la trasmissione "Amore criminale" ove si raccontavano le storie di donne uccise da chi sentenziava di amarle. In molti non le hanno perdonato quel suo ergersi a paladina delle donne quando, per interesse, ha deciso di tacere e soggiacere ad un uomo che poteva farle fare carriera. Apprezzo maggiormente chi apertamente, senza tanti vittimismi, ha affermato di aver fatto successo passando da un letto a l'altro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!