Iscriviti

Atari sbarca nel settore del retrogaming con la consolle Atari Box

Nel corso dell'ultimo evento E3 2017 di Los Angeles, il CEO di Atari ha annunciato il ritorno della sua azienda anche nel settore delle consolle, con una piattaforma che, in base agli ultimi video circolanti, sembra ispirata all'Atari 2600, con tecnologia PC.

Games
Pubblicato il 19 giugno 2017, alle ore 10:24

Mi piace
10
0
Atari sbarca nel settore del retrogaming con la consolle Atari Box
Pubblicità

Dopo più di un anno di speculazioni a tal riguardo, arriva la conferma ufficiale attesa da molti appassionati del gaming: Atari, la gloriosa azienda del gaming attiva nel corso degli anni ’70/80 con alcune delle prime consolle domestiche, è tornata in campo, e non solo in ambito software: a quanto pare, ben presto sarà commercializzata una vera e propria consolle, dall’aspetto tipico, e con tecnologia PC. 

Era il Gennaio del 2016 quando iniziarono a circolare le prime voci in merito ad un probabile ritorno di Atari nell’agone delle consolle da gioco: all’epoca, in occasione dell’evento “Pax South 2016”, una fiera del gaming organizzata – quell’anno – a San Antonio (USA), si parlò dell’Atari Vault, una consolle che avrebbe offerto un pacchetto di 100 titoli storici della grande A (come Asteroids, Warlords, Missile Command, etc) però equipaggiati con una nuova interfaccia, col supporto ai controller Steam, e con nuove modalità più in linea con i tempi (quindi, con il Player vs Player locale, o il multiplayer online). 

Poi, però, non se n’è saputo più nulla, ed il progetto sembrava – ormai – accantonato. Non era, evidentemente, così: allo scorso E3 (Electronic Entertainment Expo) 2017, l’imprenditore Fred Chesnais, che ha rilevato Atari Interactive dopo il fallimento del 2013, ha confermato – nel corso di un’intervista a VentureBeat – che il famoso brand del gaming, attualmente impegnato a far fruttare le sue licenze ed i suoi brand (come il nome “Atari”, nel recente film Blade Runner 2049), è pronto per tornare nel mercato dell’hardware, seppur non in diretta concorrenza con Sony e Microsoft.

Poco dopo, poi, è apparso un canale YouTube – intitolato “Atari Box” – che mostra una consolle dal design, ancora non definitivo, chiaramente ispirata all’Atari 2600, una piattaforma da gaming varata negli anni ’70: nel caso specifico, gran parte degli esperti, ipotizza che possa trattarsi di una PC consolle (come PS4 e Xbox One) in grado di emulare, un po’ come fatto da Nintendo col NES Classic Mini, o dalla AtGames in ambito Sega), diversi grandi successi iconici, arcade e non, della storia Atari.

Più remota, invece, appare l’ipotesi che possa trattarsi di una vera e propria consolle in grado di eseguire giochi multi-piattaforma: in ogni caso, i tempi appaiono quanto mai maturi per il ritorno anche di Atari nell’Olimpo del gaming moderno ed è verosimile che, in futuro, ne sapremo di più a riguardo. 

Altri video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Ragionandoci un po' su, credo che sia improbabile che Atari voglia creare una vera e propria consolle per competere con quelle attuali di Sony, Microsoft, e Nintendo: più probabile che si rivolga al settore del retrogaming, con una piattaforma simile a quelle della AtGames, o alla Nes Mini della Nintendo, che garantirebbe una resa massima, con un rischio minimo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!