Iscriviti

Mais, antico cereale ricco di vitamine e minerali

Il Mais è un antico cereale già conosciuto da Maia, Aztechi e Incas con molte proprietà. Si tratta di un alimento ricco di minerali e vitamine con un contenuto basso di calorie ideale per tutte le persone che vogliono mantenere la linea

Benessere
Pubblicato il 29 marzo 2015, alle ore 22:42

Mi piace
2
0
Mais, antico cereale ricco di vitamine e minerali
Pubblicità

Il mais è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Poaceae. Forse non tutti sanno i benefici del mais ma già gli antichi ne erano a conoscenza, persino i Maia erano sapevano delle sue proprietà ed era il loro alimento di base. Veniva preparato e consumato in molti modi diversi, ad esempio sotto forma di tortillas o di tamales e per la preparazione dell’atole, una bevanda calda.

Questo cereale aveva un ruolo importante anche nella religione e nelle cerimonie rituali; gli Atzechi, i Maya e gli Incas donavano all’imperatore Montezuma migliaia di tonnellate di mais e il quarto mese del loro calendario è proprio consacrato al Mais.

Ovviamente il mais migliore è quello proveniente da coltivazioni biologiche ma oggi purtroppo l’80% del mais prodotto è geneticamente modificato e questo comporta una riduzione dei suoi benefici.

Si tratta di un alimento ricco di calorie “buone”, che sono essenziali per il corretto funzionamento del nostro corpo, e di lunga durata, cioè che vengono bruciate durante tutta la giornata.

Inoltre il mais si può considerare un integratore naturale di minerali e vitamine, risulta ricco di rame, fosforo importante per la formazione delle ossa soprattutto nei bambini, ferro, zinco e magnesio un aiuto per il nostro cuore. È molto importante per il suo contenuto di vitamine essenziali per il sistema nervoso, la più presenti sono la A, che aiuta la pelle e gli occhi, la vitamina B12 e l’acido folico che aumentando la produzione di globuli rossi sono degli alleati per combattere l’anemia e tutte le altre vitamine del gruppo B che ritardano l’invecchiamento cellulare e cerebrale.

Il mais può essere consumato liberamente dalle persone che sono intolleranti al glutine in quanto ne è privo, per chi ha problemi di colesterolo perché ne regola il contenuto nel sangue, e per tutte quelle persone che presentano delle disfunzioni metaboliche legate alla tiroide in quanto regola la sua attività.

Il mais è un alimento dai diversi usi e consumi in quanto lo si può trovare sotto forma di pasta e di polenta che essendo ottenute con la farina di mais vanno bene per tutti quelli che vogliono mantenersi in forma perché evita il gonfiore di stomaco.

Altre notizie interessanti
Commenti
Evelin Felice

13 novembre 2015 - 12:01:03

buono

0
Rispondi