Iscriviti

Rimodellamento orecchie con l’otoplastica

Grazie all'intervento di otoplastica è possibile porre fine al problema delle odiose "orecchie a sventola" delle quali si lamentano gran parte dei ragazzi, ragazze, bambini e anche adulti

Bellezza
Pubblicato il 19 luglio 2016, alle ore 14:12

Mi piace
9
0
Rimodellamento orecchie con l’otoplastica
Pubblicità

L’intervento di otoplastica avviene sotto anestesia locale e consinste in un rimodellamento della cartilagine di entrambi i padiglioni auricolari. Generalmente se si seguissero le indicazione del medico e se si prendessero le giuste precauzioni, l’operazione potrebbe andare a buon fine garandendo ottimi risultati al paziente.

Le orecchie a sventola (o chiamate anche sporgenti) sono considerate, allo stesso modo ad esempio del naso aquilino, caratteristiche ereditarie anatomiche, in quanto è facile riscontrarle tra i membri della famiglia. 

Chi possiede orecchie normali, ha un angolo tra padiglione auricolare e processo mastoideo dell’osso temporale che misura tra i 20 e i 30 gradi; nelle persone con orecchie a sventola, tale angolo supera i 30-35 gradi.

Esso è considerato solo un difetto estetico, ma non comporta nessun problema a livello uditivo.  Già da quando si è abbastanza piccoli, col passare degli anni, si conclude il processo di formazione del tessuto cartilagineo, 

L‘intervento di otoplastica è richiesto specialmente da adulti, che ormai maturi e consapevoli di questo disagio fisico che li attanaglia giorno dopo giorno, decidono di porre fine ad esso. Ma esso è richiesto anche da ragazzi, bambini, più che altro per volontà dei genitori stessi che non vogliono assolutamente che i propri figli di vedono con questo malessere fisico che poi diventa anche e soprattutto psicologico perchè non si piace a se stessi e agli altri perchè si è sempre vittima di insulti di ogni genere e diventa spregevole. 

L’operazione non è pericolosa, ma potrebbero evidenziarsi complicazioni, ovvero: la visibilità di cicatrici post-intervento dietro le orecchie. Ma per ovviare a questa inconvenevole problema, è in attimo un tipo di otoplastica, ovvero l’otoplastica senza incisione.

Si possono avere infezioni in seguito alle incisioni, ma grazie all’assunzione di antibiotici è possibile porre rimedio al problema. Infine è possibile che dopo l’operazione si verifichino delle asimettrie di entrambe le orecchie, ma se il chirurgo è in gamba tutto ciò non succede, si può avere una condrite (ovvero un’infiammazione della cartilagine) e altri disturbi normali post-intervento che passeranno durante le settimane successive. 

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Raffaela Alfieri - Il problema delle orecchie a sventola è un fatto che attanaglia migliaia di giovani, adulti, che non vogliono continuare a subire questo malessere fisico e che poi diventa psicologico. Di solito si è vittima di insulti, offese varie proprio per questo difetto. Ma grazie alla chirurgia estetica si può porre rimedio a questo problema con la tecnica dell'otoplastica. Dopo circa un'oretta e mezza di operazione tutto finisce e si ha le orecchie che tutti hanno sempre desiderato. Si può attuare sia in ospedale che in strutture private.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!