Iscriviti

Copenhagen da record: in città circolano più biciclette che auto

La capitale della Danimarca può vantarsi di un primato ecologico non certo da poco: nel centro della città circolano 265.700 biciclette, ben 13 mila in più rispetto alle autovetture.

Ambiente
Pubblicato il 4 gennaio 2017, alle ore 21:16

Mi piace
24
0
Copenhagen da record: in città circolano più biciclette che auto
Pubblicità

Oltre che per il cospicuo e ben collaudato sistema di welfare state, i paesi del Nord Europa sono conosciuti anche per il loro indiscusso feeeling con le due ruote.

Il massiccio utilizzo delle biciclette è stato incentivato sia da una lunga serie di investimenti, sia dall’invidiabile senso civico dei suoi abitanti.

Con queste premesse non c’è quindi da sorprendersi se lo scorso mese di novembre 2016 la città di Copenhagen abbia raggiunto un significativo traguardo ecologista, un vero e proprio record storico di tutto rispetto. Il primato riguarda le biciclette circolanti nel centro della capitale danese: il loro numero ha superato quello delle autovetture.

A confermare il raggiungimento di questo significativo risultato hanno contribuito i dati raccolti dai 20 sensori elettronici disseminati intorno al Municipio e nelle adiacenze del centro. L’intento di queste telecamere era proprio quello di monitorare le caratteristiche del traffico urbano, al fine di incentivare l’uso dei velocipedi. Rispetto al 2015, con il 2016 gli occhi elettronici hanno constatato un aumento del “parco biciclette” circolanti pari a 35.080 unità. Con questo incremento il totale delle due ruote utilizzate nella capitale danese raggiunge le 265.700 unità, in pratica una ogni due abitanti; allo stesso tempo le autovetture registrate erano 252.600.

Il primato, oltre a confermare l’anima eco-friendly della capitale danese, è allo stesso tempo significativo se paragonato soprattutto con i dati del 1970. In quell’anno le auto erano pari a 351.133, a fronte di 100.071 biciclette. Tutto ciò non può che denotare una profonda e radicale modifica del modo di vivere la città. Non è quindi un caso se negli ultimi 20 anni il traffico su due ruote sia aumentato del 68%.

Questo importante risultato non sarebbe stato possibile senza la particolare sensibilità ambientale dimostrata dalla popolazione danese, oltre ad una serie di investimenti ad-hoc di ammontare pari a 137 milioni di euro. Grazie a questi fondi è stato possibile realizzare il Cykelslangen o Bike Snake, circuito riservato a pedoni e ciclisti nella zona del porto, o il Kissing Bridge, ponte inaugurato lo scorso luglio al fine di agevolare il transito di tutti coloro che preferiscono raggiungere il lavoro inforcando la bicicletta.

Altri video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Antonio Sorice - Il risultato raggiunto nella capitale della Danimarca, oltre ad essere apprezzabile, dovrebbe essere d’esempio anche per molte altre città. Copenhagen ha dimostrato che - volendo - si può migliore sia l’impatto ambientale che la mobilità urbana, a tutto vantaggio della salute dei cittadini. Certo sono necessari investimenti ma, soprattutto, la volontà di tutti nell’abbandonare l’auto per ricorrere a mezzi di trasporto meno inquinanti. In Italia, purtroppo, siamo ancora lontani dal raggiungimento di simili scenari. Mancano molti presupposti per poter imbastire un simile progetto ed è proprio un vero peccato, perché i benefici ottenibili andrebbero a tutto vantaggio dell’intera collettività.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!