Iscriviti

Ragazzo 22enne si ammala di leucemia. Gli amici aprono una raccolta fondi sul web per salvargli al vita

Per salvare un 22enne dalla leucemia da cui è affetto servono cure costose di oltre 600.000 dollari. Gli amici aprono una colletta sul web

Internet e Social
Pubblicato il 14 giugno 2014, alle ore 11:49

Mi piace
0
0
Ragazzo 22enne si ammala di leucemia. Gli amici aprono una raccolta fondi sul web per salvargli al vita

Ragazzo si ammala di leucemia e per salvarsi deve sottoporsi a cure mediche costosissime. I suoi amici decidono di organizzare una raccolta fondi sul web per aiutarlo.

È la storia di Tommaso Tori, 22 anni, di Bologna. Un ragazzo come tanti altri, che ama giocare a calcio, ridere con gli amici e fare la pasta fresca. A gennaio scorso gli è stata diagnosticata la leucemia lonfoblastica acuta, una malattia che ad oggi può essere curata soltanto da un trattamento nuovo disponibile, però, soltanto negli Stati Uniti. Si tratta di cure molto costose, circa 600.000 dollari.

Si tratta di una cifra ingente, che soprattutto serve alla svelta, entro fine giugno. Tommaso, infatti, entro la fine del mese dovrebbe andare a Philadelphia per iniziare il trattamento. Gli amici del ragazzo hanno, quindi, deciso di aiutarlo e non potendolo fare loro in prima persona, visto l’ammontare della spesa, hanno pensato di creare una speciale raccolta fondi sul web. Hanno coinvolto associazioni ed i maggiori social network per raccogliere quante più donazioni è possibile e soprattutto nel minor tempo. In casi come questi, infatti, il tempo è il peggior nemico.

“Tommaso – spiegano gli amici – è sempre stato un ragazzo generoso ed ora ha bisogno di tutti noi”…. per guarire”. La raccolta fondio è già iniziata ed ha l’appoggio  dell’Associazione Onlus Don Orfeo Giacomelli di Imola. È stato creato anche un sito internet ed una pagina Facebook per aiutare questo ragazzo nella sfida più grande di tutta la sua vita.

Tommaso si è già sottoposto a chemioterapia e ad alcune terapie sperimentali disponibili nel nostro paese. “Sfortunatamente – raccontano gli amici di Tommy –  tutte le terapie seguite non hanno dato alcun risultato. Oggi però sono disponibili terapie innovative presso l’Ospedale dell’Università della Pennsylvania a Philadelphia. Qui, il Dottor Carl June guida un team che ha ottenuto ottimi risultati utilizzando una terapia sperimentale chiamata CAR-T cell”.

La raccolta fondi è iniziata e si spera di riuscire a racimolare i 600.000 dollari entro fine giugno, perché al più tardi i primi di luglio Tommaso dovrebbe iniziare a sottoporsi al trattamento. “Speriamo – chiosano gli amici – di raccogliere la cifra richiesta nel più breve tempo possibile e cominciare questa terapia innovativa. Ringraziamo tutte le persone speciali che ci sono state vicine in questi mesi e quelle che aiuteranno Tommaso offrendo un contributo per la terapia di cui ha bisogno”.

Sono tante già le donazioni che stanno arrivando, tra cui anche quella di Francesco Totti, che ha fatto sapere che donerà una maglia da mettere all’asta in favore della raccolta fondi di Tommaso. La cifra raccolta ad oggi è di 35 mila euro, ancora però ben lontana da quella necessaria per salvare la vita di questo ragazzo.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!