Iscriviti

Pinterest si apre all’e-commerce con i "Pin acquistabili"

Pinterest ha, da poco, raggiunto il traguardo dei 100 milioni di iscritti (quasi metà dei quali fuori dagli USA) e festeggia il suo straordinario successo aprendo uno store online ricco di "Pin" (oggetti) acquistabili da device iOS e Android

Internet e Social
Pubblicato il 6 novembre 2015, alle ore 12:20

Mi piace
1
0
Pinterest si apre all’e-commerce con i "Pin acquistabili"

Verso la fine di Settembre il noto social Pinterest, con base a San Francisco, ha festeggiato i 100 milioni di iscritti con una notevole base d’utenza, il 45%, fuori dai confini nazionali degli Stati Uniti. Il suo fenomeno planetario non è passato inosservato e, dopo una notevole raccolta di finanziamenti da parte di vari sponsor e mecenati vari, il suo valore di mercato è stato stimato intorno agli 11 miliardi di dollari.

Ora, a quanto pare, è venuto il momento di monetizzare il grande successo del network, onde ripagare chi ha creduto nella sua nascita e ne ha consentito lo sviluppo e la crescita sino a raggiungere i risultati attuali poc’anzi citati.

Da oltreoceano, infatti, giunge notizia che il social in questione, ove chiunque può “pinnare” ciò che gli interessa, gli piace, o vorrebbe possedere, si apre all’e-commerce in modo da permettere ai suoi utenti, una volta tanto, anche di comprare le cose. Oltre che desiderarle.

Sino ad ora, infatti, chiunque si fosse iscritto a Pinterest, poteva solo creare delle gallerie nelle quali includere foto, dal proprio computer o dalla rete, relative a cose che reputava gradevoli, interessanti, belle a vederci o che, come già citato, si sarebbe desiderato possedere. Una grande wish-list immaginifica e dalle molte sfaccettature grafiche.

Come detto, la situazione in questione sta per evolversi. Chi, infatti, ha scaricato – negli USA – l’applicazione di Pinterest avrà notato la comparsa, nel network in oggetto di un grande Store nel quale diverse aziende e grandi marchi hanno allestito delle vetrine per promozionare i loro prodotti.

Attualmente si parla di qualcosa come 60 milioni di oggetti, rappresentati da immagini nitide e sgargianti, acquistabili con comodo.

E’ sufficiente, come al solito, un click che, anziché limitarsi a mettere l’oggetto nella consueta, personale, wish list, lo include in un carrello dal quale poi è possibile acquistarlo. Come in un negozio vero.

L’implementazione qui accennata è, al momento, disponibile solo per gli utenti USA. All’inizio (Giugno) è stata testata per i possessori di iPhone ed iPad ed ora è stata estesa anche ai possessori di device Android based. Presto, verosimilmente, verrà estesa agli utenti di tutto il mondo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Che Pinterest avrebbe preso questa strada, prima o poi, era solo questione di tempo. Sfogliando le sezioni di questo social, visitando le bacheche di diversi suoi utenti, ho notato come fossero piene certo di cose che piacevano ma, in special modo, di elementi materiali (es abiti, auto, gadget) che si sarebbe volentieri voluto acquistare e che, intanto, si pinnano in attesa di tempi migliori o che qualcuno si decida a farcene regalo. Ora sarà possibile fare un pin che concretizzi in realtà i propri desideri e Pinterest diventerà adulto, forse un po' meno sognatore di un tempo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!