Iscriviti

PayPal si apre alle criptovalute ed ai pagamenti rateali

Sono mesi di grandi cambiamenti per PayPal che, dopo gli annunci di Settembre, torna sugli scudi, mettendo in campo i pagamenti rateali in 3 tranche e una notevole apertura al mondo delle criptovalute.

Internet e Social
Pubblicato il 23 novembre 2021, alle ore 00:26

Mi piace
0
0
PayPal si apre alle criptovalute ed ai pagamenti rateali

PayPal, il noto sistema di pagamento digitale acquartierato in California, reduce da una piccola rivoluzione in quel di Settembre (quando ha introdotto la possibilità di maturare crediti e cashback con gli acquisti in-app, la facoltà di gestire gift card e conto, e la funzione PayPal Savings per accantonare qualcosina in stile Oval), ha annunciato la fase due del suo cambiamento, ruotante attorno a due pilastri.

Il primo riguarda l’arrivo del servizio “Paga in 3 rate”: in pratica, chi abbia raggiunto la maggior età, e possegga un conto PayPal collegato a un conto verificato o a una carta di credito/debito, può richiedere un finanziamento (con interessi, TAEG e oneri di mora pari a 0), rimborsabile in anticipo (del tutto o in parte, sempre senza aggravio), per pagare ratealmente un acquisto che vada dai 30 ai 2.000 euro.

La prima rata, secondo il servizio “Paga in 3 rate” di PayPal, va pagata subito, al momento dell’acquisto: la seconda rata va corrisposta il mese dopo, e la terza ed ultima dopo due mesi. Da segnalare che il finanziamento parte NON dopo la fine del periodo di recesso di 14 giorni, ma all’atto di sottoscrizione delle clausole del contratto, e che l’importo totale del finanziamento, in euro, comprende il costo dell’articolo, la spesa del trasporto, ed altri oneri tra cui quelli del tasso e della tariffa di conversione della valuta (se previsti). 

Naturalmente, PayPal ricorda le conseguenze dell’essere in ritardo col pagamento delle rate, consistenti in problemi con la reputazione creditizia, nell’ottenere finanziamenti con creditori terzi, o nell’incorrere in azioni legali per il recupero del credito.

Dall’account ufficiale di PayPal sul social network Twitter, invece, arriva la notizia del poter usare la piattaforma in tandem con le criptovalute: ciò sarà possibile sia per pagare gli esercenti con valute digitali (Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, e Litecoin), che per comprare, detenere, o vendere criptovalute tramite PayPal disponendo nell’app della protezione del portafoglio digitale e di info base, ad esempio su previsioni e quotazioni inerenti.  

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non male: ormai i pagamenti rateali a interessi zero si stanno diffondendo non poco sugli e-commerce, come sistema per spingere le vendite in un periodo di magra finanziaria. La speranza naturalmente è che non ci si faccia prendere dalla frenesia, comprando ciò di cui non si ha bisogno, e finendo con l'indebitarsi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!