Iscriviti
Milano

Open, il giornale online di Enrico Mentana. Ecco com’è

Secondo giorno di vita per Open, il giornale online per tutti che dà lavoro ai giovani e interessa anche ai meno giovani. Mentana: Unico sostegno la pubblicità.

Internet e Social
Pubblicato il 19 dicembre 2018, alle ore 08:28

Mi piace
7
0
Open, il giornale online di Enrico Mentana. Ecco com’è

OPEN, un giornale dal titolo maiuscolo, un tipo di carattere così raro nel web, gridato perché aperto a tutti. Per leggere Open, non si deve pagare nessun abbonamento, perché quello di Enrico Mentana, è un giornale gratuito, online a partire da ieri. A realizzare l’idea del fondatore una redazione di giovani.

Il giornale Open online ha l’obiettivo di essere per tutti, per i giovani e per le persone in età matura che cercano informazioni, sarà un giornale leggibile esclusivamente e direttamente sul web, “promessa” e “scommessa“, e ancora “un triplo salto generazionale, per la tecnologia, per l’età di coloro che sono stati scelti per realizzarlo” ha scritto lo stesso Enrico Mentana nell’editoriale di presentazione dal titolo: “Benvenuto OPEN, il giornale aperto a tutti”.

Le rubriche

Open online di Enrico Mentana, direttore del tg La7, contiene numerosi articoli raccolti nelle rubriche Primo piano, Il mondo, Le nostre storie, La cronaca, L’economia, Suoni e visioni e Lo sport. Ogni articolo è rigorosamente gratuito, ha affermato lo stesso Mentana; il giornale online intende vivere sulle entrate pubblicitarie che qua e là non mancheranno mai.

Aprendo il sito ci si trova di fronte a una pagina dallo sfondo grigio sfumato. Al centro il titolo del giornale OPEN, a sinistra l’icona con i due trattini apre alla possibilità di scegliere come visualizzare le notizie, se nella modalità compact o in quella classic e il menu degli argomenti, a destra la lente per la ricerca di parole d’interesse nelle notizie. Sotto la barra iniziale seguono le notizie.

Nessun aiuto economico sosterrà il giornale, insiste Enrico Mentana, nessun trucchetto sarà messo in atto per farlo vivere, sarà la qualità del giornale, varata dai suoi lettori a mantenerlo in vita. E se vi sarà un guadagno proveniente dalla pubblicità verrà reinvestito, per migliorare sempre più il prodotto nell’assunzione di altri giovani.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Complimenti al nuovo giornale online, anche se, devo dire, non è l'unico a dare notizie gratuite. Il fatto della pubblicità, per chi vive di "gratuito", non disturba molto, è un'abitudine, e in quanto tale la si sorvola, anche nella lettura. La gratuità è sostenuta necessariamente dalla pubblicità, diciamo che è il costo da pagare per leggere. Insomma neanche Open, secondo me, è del tutto gratuito, ma riconoscendolo è trasparente fin dal suo primo giorno.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!