Iscriviti

Il sito di acquisti "Gli Stockisti" oscurato per evasione fiscale

Il sito "Gli Stockisti" è diventato famoso in tutto il web grazie alla possibilità che offriva ai suoi utenti di effettuare acquisti low cost. Oggi, si scopre come sia stato possibile mettere in commercio prodotti a prezzi così competitivi.

Internet e Social
Pubblicato il 7 luglio 2017, alle ore 15:29

Mi piace
6
0
Il sito di acquisti "Gli Stockisti" oscurato per evasione fiscale
Pubblicità

Cercando su internet prodotti tecnologici, quali smartphone, tablet e tutto quello che la tecnologia consumer ha da offrire, in tanti avranno visitato il sito “Gli Stockisti”, e si saranno meravigliati, di certo, per le vantaggiose offerte presenti sulle sue pagine web. In queste ore, si è scoperto come fosse possibile mantenere prezzi tanto bassi.

Abbiamo accertato mancati pagamenti al fisco per 50 milioni di euro“, queste le parole di Nicola Zupo primo dirigente della Polizia Postale, il quale, insieme alla sua squadra, ha accertato l’evasione fiscale da parte dell’azienda proprietaria del sito. Ecco spiegato il taglio dei prezzi anche del 20% sul costo effettivo da listino: ciò era possibile proprio per il mancato pagamento dell’iva allo Stato.

La Polizia e l’ufficio delle Dogane di Roma hanno intrapreso un’indagine che ha portato a 18 ordinanze di custodia cautelare: inoltre, sono venuti a conoscenza di una vasta organizzazione che faceva capo ad una società maltese che operava, in tal senso, dal 2012, garantendo, tramite mezzi atti a depistare le indagini della Polizia, una perfetta copertura per rendere difficoltosi i controlli fiscali. Questi compiti delicati erano affidati a 3 commercialisti e un collaboratore fiscale.

Sembrava essere tutto perfettamente congegnato, ma qualcosa non è andato secondo i piani previsti: il sito è stato oscurato e non è più accessibile sul web. La domanda che ora si fanno in tanti è la seguente: cosa accadrà agli utenti in attesa di ricevere un ordine in sospeso? Le parole di Nicola Zupo sembrano essere rassicuranti in tal senso: “Non abbiamo sequestrato l’azienda, ma fatto oscurare il sito. Per cui, chi ha già fatto un ordine lo vedrà evaso regolarmente“.

Inoltre, pur non potendo più accedere al sito, il supporto online è ancora attivo e continua regolarmente a rispondere a tutte le domande inviate. Diverso, invece, il discorso per quanto riguarda la garanzia dei prodotti ricevuti: non è garantita sui prodotti con garanzia europea e non italiana. Anche l’account dell’azienda su Twitter è stato bombardato da messaggi richiedenti spiegazioni o informazioni, e l’azienda non ha perso l’occasione per rispondere con un post alquanto ironico: “Il tuo ordine verrà evaso correttamente“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - In questi ultimi tempi, l'abitudine di acquistare tramite internet è diventata veramente di uso quotidiano per molte persone. La comodità di ordinare, e successivamente ricevere, tutto ciò che si desidera direttamente da casa propria è un comfort che in molti si concedono. Si deve solo stare molto attenti a non cascare nella trappola di offerte troppo vantaggiose che, quasi sempre, nascondono situazioni poco chiare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!