Iscriviti

Google celebra il solstizio d’inverno 2018 del 21 dicembre con un Doodle a tema

Il Solstizio d'inverno segna la notte più lunga di tutto l'anno. L'ora esatta, in Italia, in cui inizia l'inverno è alle 23:23. Un doodle animato di Google ce lo ricorda.

Internet e Social
Pubblicato il 21 dicembre 2018, alle ore 12:58

Mi piace
13
0
Google celebra il solstizio d’inverno 2018 del 21 dicembre con un Doodle a tema

La stagione del freddo si percepiva già da qualche giorno e qualcuno si sta chiedendo quanto manchi alla fine dell’inverno. In realtà, l’inverno comincia solo oggi, 21 dicembre, anzi questa notte alle 23:23, con il Solstizio d’inverno. Sarà questa la notte più lunga di tutto l’anno o, da un altro punto di vista, il giorno più corto dell’anno. Google celebra questo avvenimento con un doodle animato.

Il Solstizio d’inverno inizia sempre tra il 21 e il 22 dicembre. L’ora esatta viene pronunciata dai calcoli degli esperti. Per praticità, si dice che l’inverno inizi il 21 dicembre. La prossima notte dunque sarà lunga e fredda, lo dice anche il doodle di Google con il color ghiaccio della sua animazione, che lascia solo intravvedere le linee della realtà.

Il Solstizio invernale celebrato da Google

L’immagine animata di Google, noto motore di ricerca, nel doodle raffigura un bambino ritto su una lastra di ghiaccio. Da sotto, qualcuno rompe il ghiaccio sollevandolo verso i fiocchi di neve che stanno scendendo. Il bambino riesce a prenderne uno, la lastra si ritira, e l’animazione riprende. 

Dal punto di vista astronomico, il Solstizio d’inverno segna l’inizio della stagione invernale. Se andiamo a riprendere la parola latina ‘solstitium‘, essa si scompone in ‘sol‘, ‘Sole‘, e ‘sistere‘, ‘fermarsi‘. Sono due i momenti nell’anno in cui questo accade: all’inizio dell’inverno, che segna l’inizio dell’inverno boreale e dell’estate australe, e all’inizio dell’estate, che segna l’inizio dell’estate boreale e dell’inverno australe. 

Nel Solstizio d’inverno, il Sole si trova nel punto massimo di “distanza al di sotto dell’equatore celeste, e in cui è minimo l’arco apparente da sudovest a sudest”, si legge in Quotidiano.net: questo il motivo per cui sarà il giorno più corto dell’anno. Alle 23:23, il Sole terminerà la corsa che lo allontana dalla Terra, e ricomincerà a risalire verso l’equatore celeste, le ore di luce cominceranno ad aumentare prima piano piano poi sensibilmente per sei mesi, fino a quando il Sole arresterà il suo viaggio di risalita nel Solstizio d’estate, il giorno più lungo dell’anno. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Mi è sempre piaciuto questo giorno proprio perché segna un punto di ritorno alla luce. Il freddo che ci accompagnerà ancora per lunghi giorni sarà dunque segnato dalla tonalità della luce e quindi, anche se tenue, dal calore. Un proverbio facilmente intuibile del Trentino Alto Adige recita: "A Nadal el pas de un gal; a la vecieta de n'oreta".

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!