Iscriviti

Facebook: in arrivo novità per la trasparenza delle pubblicità politiche e un car configurator AR per Citroen

Finalmente, dopo il collaudo negli USA, arriverannp anche in Europa le contromisure per la trasparenza pubblicitaria, in vista delle consultazioni continentali del prossimo Maggio: in più, in tandem con Citroen, parte un car configurator in realtà aumentata.

Internet e Social
Pubblicato il 29 gennaio 2019, alle ore 09:16

Mi piace
7
0
Facebook: in arrivo novità per la trasparenza delle pubblicità politiche e un car configurator AR per Citroen

Facebook, la grande piattaforma social da circa 2 miliardi di iscritti, ha appena varato alcune iniziative per la trasparenza in vista delle elezioni europee di Maggio e, in più, un progetto pubblicitario – basato sulla realtà aumentata – in tandem con la francese Citroen (che, nel 2016, aveva collaborato anche con Amazon). 

A Menlo Park, sono consapevoli di quanto avvenuto con le interferenze russe alle presidenziali americane del 2016 e in occasione del referendum britannico sulla Brexit: per tale motivo, le stesse contromisure allestite per le consultazioni americane di medio-termine del Novembre scorso verranno estese, secondo quanto comunicato con un post nel blog ufficiale del gruppo, anche all’Europa a partire da Marzo, ed al resto del mondo a cominciare da Giugno.

Assieme all’impegno nella rimozione di profili falsi, vi sarà anche la limitazione – per arginare la disinformazione – delle fake news tramite la riduzione di visibilità di tutti quei post che, pur non infrendo le policy della piattaforma, ne metterebbero in discussione la credibilità.

Soprattutto, si interverrà sulla pubblicità politica e su quella inerente “temi caldi” (es. elementi fortemente politicizzati come i cambiamenti climatici o l’immigrazione): in questo ambito, i dirigenti del social (Katie Harbath, Samidh Chakrabarti, Anika Geisel) hanno spiegato che servirà un’autorizzazione a chi intenda acquistare pubblicità di tal genere, e che verrà compilato un archivio – durevole 7 anni e di pubblica consultazione – al cui interno saranno riportati i dati principali di ogni inserzione “politica” (chi ha pagato, l’ammontare, il numero di visualizzazioni, la segmentazione demografica per età, sesso, e località, delle medesime). 

Facendo seguito all’uso della realtà aumentata, nelle Immersive Canvas per pubblicizzare la E-Mehari (2015) e la C3 (l’anno dopo), Facebook ha ufficializzato una nuova collaborazione similare con Citroen, questa volta tramite un car-configurator che, grazie alla AR supportata da Messenger (usato in Francia – ogni mese – da 27 milioni di utenti attivi), consentirà di “provare”, nel prato di casa o in un parcheggio, le 540 combinazioni (disegno dei cerchi in lega, colore del telaio e del tettuccio, allestimento degli interni, etc) della nuova C5 Aircross Shine

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Sono molto curioso di vedere, alla prova dei fatti, come funzionerà l'archivio delle pubblicità di Facebook, e se davvero vi sarà una riduzione delle fake news che da sempre popolano questo social: d'altronde, alla prova dei fatti non manca poi molto. Per il resto, trovo molto interessante il fatto che, sempre più spesso, si applichi la realtà aumentata per assicurare un'esperienza di collaudo remoto di qualche prodotto: in tal senso, Facebook (come pure Amazon), è molto avanti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!