Iscriviti

Facebook: arrivano i Video Party (di gruppo) ed il badge di utente più attivo

Facebook Inc, oltre a chiudere alcune polemiche emerse in ambito pubblicitario, ha annunciato due importanti novità per il proprio social che - infatti - è sul punto di accogliere i Video Party (nei gruppi) ed il badge di utente più attivo (nelle Pagine).

Internet e Social
Pubblicato il 26 luglio 2018, alle ore 17:49

Mi piace
8
0
Facebook: arrivano i Video Party (di gruppo) ed il badge di utente più attivo

Dopo i problemi accusati nel corso della presente settimana, finalmente chiusi almeno per quel che riguarda l’ambito pubblicitario, Facebook apre il weekend col botto, annunciando due importantissime novità che arricchiranno, a breve, tutto il suo ampio e popolato social network: ecco i Video Party ed il badge di fan più attivo.

Facebook, rispondendo alle polemiche sollevate (da almeno 2 anni) dall’associazione ProPublica, in merito ad alcune pratiche pubblicitarie discriminatorie verso taluni segmenti della popolazione (era possibile varare spot in cui si pubblicizzavano alloggi non riservati ad afro-americani, ispanici, etc), ha siglato un accordo con lo Stato di Washington col quale si impegna, entro 90 giorni, ad impedire (in tutti gli Stati degli USA) agli inserzionisti di poter creare delle campagne pubblicitarie che vadano ad escludere alcuni gruppi targettizzati su base politica, religiosa, sessuale, militare, etc. Qualora un advertiser tenti – comunque – di avvalersi di un criterio “ad escludendum”, un pratico link porterà ad una celere e pratica consultazione delle relative linee guida in vigore sul social.

I Facebook Video Party

La prima grossa novità, però, è un’altra e risponde al nome di “Watch Party” (Video Party in Italia). Dopo un lungo periodo di test in pochi gruppi, Facebook ha esteso – oggi, in tutto il mondo – la funzionalità che permette, all’interno di un gruppo, di “proiettare un filmato, consentendo l’interazione da parte degli iscritti all’assise in questione.

Nello specifico, sarà possibile condividere contenuti proposti da Facebook, ma anche file personali, sia registrati che in diretta, mentre gli “spettatori” potranno – in tempo reale – commentare quanto vedono, fare domande, o esporre le proprie Reactions in merito: dai moderatori o amministratori del gruppo, inoltre, sarà concesso al pubblico anche di caricare dei propri video (co-hosting), o di suggerirne (crowdsourcing) ai gestori altri affinché vengano poi aggiunti, in un secondo momento, alla lista di riproduzione.

Il tutto avverrà, all’interno di un gruppo che si gestisce in qualità di amministratore o moderatore, tramite la voce “Watch (Video) Party” posta nella barra funzionale in calce al form di inserimento del testo: cliccando sull’icona della ciotola di popcorn, si potrà inserire titolo e descrizione dell’evento, e procedere a caricare i filmati del medesimo o ad avviare un Live. A partire dall’inizio della “proiezione”, gli iscritti al gruppo potranno partecipare secondo un’ampia gamma di azioni possibili, via via più attive. 

Il badge dell’utente più attivo

Un’altra funzione appena inaugurata da Facebook, ancorché in fase sperimentale, riguarda il badge di fan più attivo che potrà essere rilasciato dai detentori delle Pagine: tale riconoscimento sarà evidenziato sotto il nome della pagina, con una stella ed una dicitura, e verrà calcolato automaticamente ed a cadenza settimanale, tenendo conto del numero di commenti, condivisioni, reazioni degli utenti, dell’ampiezza dei contenuti visti, degli eventi cui si sia aderito, e delle interazioni con i creatori della Pagina. Questi ultimi, inoltre, disporranno di una classifica in tempo reale dei propri fan, e potranno incentivare degli “stravolgimenti” o “sorpassi” promettendo premi o piccoli regali: naturalmente, i follower di una Pagina potranno decidere se prestarsi o meno a tale esperienza che, volendo, potrà anche esser disabilitata centralmente dal gestore della Pagina. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Fermo restando che non dovrebbero essere sollecitazioni esterne ad estirpare certe pratiche discriminatorie particolarmente esecreabili, specie in luoghi di aggregazione pubblica come nel caso dei social network, ho trovato davvero importanti le novità annunciate da Facebook nelle scorse ore a proposito di gruppi e Pagine: i primi potranno diventare come dei "cinema" d'essai e consentire la visione di eventi in diretta anche a gruppi familiari o amicali dispersi sul territorio, mentre le seconde disporranno di una formidabile arma nell'incentivare la partecipazione dei propri followers.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!