Iscriviti

Attenti alla truffa della Range Rover messa in palio su Facebook

Nell'ultimo mese, su Facebook, stanno avendo una certa diffusione le pagine acchiappa click che promettono la vincita di Range Rover (una, o due), in cambio di qualche like. Attenti: si tratta di una truffa, anche pericolosa!

Internet e Social
Pubblicato il 18 gennaio 2017, alle ore 10:24

Mi piace
6
0
Attenti alla truffa della Range Rover messa in palio su Facebook

Su Facebook è molto diffusa la piaga delle pagine acchiappa click che, una volta fatta incetta di “like”, vengono rivendute ad amministratori senza scrupoli, che le usano per pubblicizzare i loro prodotti, o i loro argomenti. Uno dei casi più emblematici, in tal senso, è rappresentato dalle pagine che, nell’ultimo mese, sul social in blu, stanno mettendo in palio delle Range Rover.

La prima occorrenza di cotal truffa è stata datata, dai colleghi di Bufale.net, al 18 Dicembre quando, nella pagina “Range rover 2017”, il gestore della medesima ha notificato di un concorso che metteva in palio due Range Rover, per due persone, con estrazione fissata per il 25 Marzo 2017 (addirittura, con un live dedicato all’evento!). Per partecipare al sorteggio del premio, occorreva seguire alcuni passi (nessuno escluso), come il mettere “mi piace” alla Pagina, il condividere il post, e l’indicare il colore preferito per la Range Rover (tra grigio, nero, e bianco).

La medesima truffa, poi, è riapparsa quasi a distanza di un mese, il 13 Gennaio, nella pagina “Jaison MG”, nella quale l’avviso rimaneva – sostanzialmente – immutato, tranne che la Range Rover messa in palio era una sola, il sorteggio sarebbe avvenuto il 25 Gennaio, e – come tocco da maestro per rendere la cosa ancor più credibile, vi era il ringraziamento all’agenzia della Range Rover, che aveva concesso l’auto come premio.

Da una rapida verifica sul sito della britannica Land Rover, non si trova alcun riferimento ad una promozione del genere, ed anche un controllo sulla pagina Facebook italiana della Land Rover, o sul bollettino mensile che l’azienda diffonde sempre tramite social, permette di constatare che la macchina messa in palio non esista. Dunque, una truffa. Ma finalizzata a quale scopo?

Prestando attenzione ai passi da mettere in pratica, per aderire al “sorteggio” del SUV, viene da pensare che l’obiettivo finale sia fare incetta di like, per rivendere la pagina – ben popolata ed attiva (ecco perché viene richiesto di indicare anche il colore) – a terzi, che potranno – poi – cambiare nome e finalità alla pagina, per pubblicizzare i propri prodotti, o – semplicemente – per guadagnare dalle inserzioni pubblicitarie.

Purtroppo, al peggio non v’è mai fine. Giusto ieri, 17 Gennaio, tale truffa ha subito un’evoluzione anche pericolosa, dacché – per registrarsi al “concorso” – viene richiesto di cliccare su un link. Ottemperando alla richiesta, ci si imbatte prima nel redirect pubblicitario “Adf.ly” (quindi, guadagnano con la pubblicità), e – poi – nella singolare richiesta di scaricare un “add-on” per un videogame (GoGameGo): va da sé che, acconsentendo anche a questa richiesta, nella frenesia di avere l’agognato SUV, si finirebbe per scaricare qualche virus, e per dire – verosimilmente – addio ai propri dati personali e/o alle proprie informazioni finanziarie.

Per questo motivo, è bene NON mettere mi piace a queste pagine, avvertire i propri contatti di questa truffa – facendo circolare tutte le smentite possibili (tra le quali, anche questa), ed evitare di scaricare o di cliccare su elementi che si ritiene dubbi, e dei quali non si abbia effettiva certezza.

Quando si parla di promozioni, infine, è sempre molto saggio dare una controllatina sui siti istituzionali delle aziende citate: se di un concorso non parlano loro, vuol dire che NON esiste!

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Mannaggia. Ammetto di esserci cascato anche io (nella versione ove non era presente il link), e di aver messo il like che, stamattina, ho prontamente provveduto a ritirare. Non ho ottemperato a tutti i passaggi, dacché mi sembrava una cazzata, come iniziativa: più che altro, il mio un modo di dire che, sì, l'auto in questione era davvero bella. Tuttavia, diverse altre persone sono state assai solerti nel condividere il post, e nell'indicare il colore dell'auto. È sempre lo stesso discorso: mettiamo like, convinti che possano salvare un bambino povero, o gravemente malato, contribuire a ritrovare una persona, e - magari - aiutarci a vincere qualcosa di sensazionale. Purtroppo, siam facilmente prevedibili, ingannabili, ed ingenui!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!