Iscriviti
Milano

Vittorio Brumotti è stato aggredito alla Stazione Centrale di Milano

Il famoso inviato di Striscia la Notizia è stato colpito da alcuni spacciatori con sassi e bottiglie di vetro. Non è il primo caso di aggressione di cui Brumotti è rimasto vittima.

Televisione
Pubblicato il 9 gennaio 2018, alle ore 12:25

Mi piace
3
0
Vittorio Brumotti è stato aggredito alla Stazione Centrale di Milano

Ennesima disavventura per il noto inviato televisivo di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti. Dopo essere stato aggredito nel quartiere di San Basilio a Roma e al parco della montagnola a Bologna, alcuni spacciatori lo hanno picchiato insieme alla sua troupe televisiva davanti alla Stazione Centrale di Milano.

Il campione del mondo di acrobazie in bicicletta stava infatti realizzando l’ennesimo servizio per la nota trasmissione di canale 5 diretta da Antonio Ricci, in cui stava proprio denunciando la presenza di moltissimi pusher e spacciatori di droga nella piazza del capoluogo lombardo.

Come è solito fare, Vittorio Brumotti si era armato di megafono ed ha cercato di mettere in grande imbarazzo gli spacciatori costringendoli alla fuga. Una scena che si è più volte verificata in passato. In questo caso, ad ogni modo, i pusher non si sono lasciati intimidire ed hanno deciso di passare al contrattacco.

Una brutale aggressione in diretta

Dopo una breve fuga iniziale, gli spacciatori hanno letteralmente aggredito Brumotti e la sua troupe lanciando loro sassi e bottiglie di vetro. La situazione è sfuggita di mano rapidamente e solo l’intervento delle forze dell’ordine è riuscito a riportare la situazione sotto controllo. L’intera scena è stata naturalmente documentata dalle telecamere della troupe televisiva e sarà sicuramente mandata in onda da striscia la notizia nei prossimi giorni.

I servizi di Vittorio Brumotti sono sempre stati estremamente rischiosi. Il noto inviato è stato più volte vittima di aggressioni ed intimidazioni ad opera di questi veri e propri criminali. Nonostante tutto però, Brumotti non si sta tirando indietro e continua a documentare un problema molto grave e diffuso su tutto il territorio nazionale.

La speranza di Vittorio Brumotti è che attraverso le sue testimonianze le forze di polizia riescano ad arginare il più possibile questi fenomeni di criminalità urbana. In questo modo, il suo lavoro ed i rischi a cui va incontro non saranno risultati vani.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Luca Santini

Luca Santini - Questi episodi, sebbene molto pericolosi per l'incolumità fisica del famoso inviato televisivo, dovrebbero essere sfruttati come un'opportunità preziosa per intervenire in maniera concreta e tempestiva nella repressione di alcuni fenomeni criminali che affliggono le aree metropolitane del nostro paese. Le forze dell'ordine dovrebbero trarre spunto dalle segnalazioni provenienti dai cittadini e dal lavoro di giornalisti ed inviati televisivi come Brumotti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!