Iscriviti

Vieni da me, Natalia Titova: ecco perché ha lasciato Ballando con le stelle

Un problema al ginocchio, malattia che sta peggiorando, ha convinto Natalia Titova a lasciare 'Ballando'. Ha raccontato la sua esperienza durante il programma 'Vieni da me' condotto da Caterina Balivo.

Televisione
Pubblicato il 8 novembre 2019, alle ore 08:48

Mi piace
9
0
Vieni da me, Natalia Titova: ecco perché ha lasciato Ballando con le stelle

Questo problema al ginocchio non può sparire, può solo peggiorare“, ne è convinta Natalia Titova, che per questo motivo ha smesso di ballare prima di quanto tutti si sarebbero aspettati. Sentiva che meglio di così non avrebbe più potuto fare. Da quel momento in poi ci sarebbe stata per lei una specie di discesa in prestazioni. Di qui la scelta: “È come decidere di andare via un’ora prima piuttosto che dieci minuti dopo“. 

Natalia Titova, parla della sua decisione durante il programma condotto da Caterina Balivo, su Rai 1, la ‘Cassettiera‘ di ‘Vieni da me‘ andato in onda mercoledì 6 novembre. La ballerina e insegnante russa ha spiegato di aver lasciatoBallando con le stelle‘ perché costretta dalla malattia, verità presente sin dall’infanzia nella sua vita.

Il problema al ginocchio

Sono nata con un problema al ginocchio, una osteomielite“, ha rivelato la famosa ballerina russa, malattia di cui pochi sapevano grazie alla sua bravura. I dottori le avevano vietato lo sport di qualsiasi tipo. Quand’era piccola ha rischiato di perdere la gamba e fino all’età di 16 anni ha dovuto recarsi dal medico due volte l’anno. Ogni volta, prima di entrare in ambulatorio la mamma le raccomandava di non dire al medico che faceva sport. 

Nella sua giovinezza, ricorda Natalia Titova, al di là di quanto le raccomandavano i medici, ha provato qualsiasi tipo di sport, dalla ginnastica ritmica alla pallavolo, dal nuoto alla danza, tutto “grazie a mio padre e a mia madre” ha affermato riconoscente la ballerina.

Titova ha parlato anche di ‘Ballando con le Stelle‘, programma che ha lasciato con grande dispiacere, ma non se la sentiva di “peggiorare davanti al pubblico italiano” che la guardava e aggiunge: “Volevo finire quando stavo ancora al top e credo che tutti gli sportivi la pensino così”. La decisione è stata dura, ammette la ballerina, ma era cosciente che più di così non avrebbe potuto fare ed era “meglio smettere in quel momento“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Penso che sia dovere dei medici essere prudenti con i propri pazienti e non me la sento di dire che a volte sono esagerati. Non ho alcuna licenza per farlo. Penso anche agli occhi dei genitori, gli occhi del cuore, quegli occhi che spingono avanti i propri figli, li sostengono nelle difficoltà, li promuovono e li vedono "volare" al di là delle sentenze ascoltate in un ambulatorio. Questi occhi, secondo me, fanno prodigi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!