Iscriviti

Verissimo, Lapo Elkann shock: "A 13 anni sono stato abusato più volte"

Ospite della prima puntata della nuova stagione di Verissimo, Lapo Elkann ha stupito Silvia Toffanin con una dichiarazione davvero forte e inimmaginabile.

Televisione
Pubblicato il 10 settembre 2020, alle ore 18:52

Mi piace
6
0
Verissimo, Lapo Elkann shock: "A 13 anni sono stato abusato più volte"

Parte col botto la nuova edizione di Verissimo, che sabato 12 settembre esordirà su Canale 5 con la prima puntata. Tra gli ospiti ci sarà Lapo Elkann, trasgressivo e chiacchierato rampollo di casa Agnelli, che farà alcune dichiarazioni inaspettate e certamente scioccanti. Il programma condotto da Silvia Toffanin non è in diretta, dunque la puntata è stata già registrata e noi siamo in grado di rivelarne le anticipazioni.

Sollecitato dalle domande della brava e discreta Silvia Toffanin, Lapo Elkann comincia subito a parlare della sua infanzia, tutt’altro che dorata come si potrebbe immaginare. Appartenere a una delle famiglie più ricche e prestigiose d’Italia, infatti, non lo ha messo al riparo dalla paura e dalle sofferenze. E neanche dagli abusi. Anzi: la pressione avvertita su di sé, le aspettative della famiglia, lo hanno gravato di responsabilità troppo grandi per un ragazzino.

L’imprenditore torinese ha lasciato la Toffanin senza parole quando ha rivelato a bruciapelo: “In collegio, a 13 anni, sono stato abusato più volte”. Non è chiaro a quali abusi Lapo si riferisse – se fisici, psicologi o se**uali – ma quel che è certo è che i primi anni del rampollo di casa Agnelli sono stati quanto meno difficili. Dislessico, iperattivo, affetto da deficit dell’attenzione, Lapo ha sempre voluto dimostrare di essere il più forte.

A scuola era sempre quello più indietro sul programma e subire numerosi abusi di certo non lo ha aiutato. Alla sofferenza e al disagio si è aggunto il senso di colpa perché, come ben spiega l’imprenditore, l’abusato pensa che sia colpa sua se gli sia successo quello che gli è successo.

Pensa di meritarselo. Così, per mettere a tacere il dolore e la colpa, Lapo Elkann si è dato all’auto-distruzione. Da qui le note vicende giudiziarie legate agli eccessi e all’abuso di sostanze stupefacenti che almeno in un’occasione gli stava costando la vita.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rossella Martielli

Rossella Martielli - Spesso conosciamo i personaggi famosi solo per la loro immagine pubblica e ignoriamo l'essere umano, l'uomo o la donna che c'è dietro. Lapo Elkan è sempre stato considerato una sorta di "pecora nera" della famiglia Agnelli, e in pochi si sono presi la briga di capire cosa nascondeva il suo essere così eccentrico, sopra le righe, allergico a ogni forma di dovere o imposizione. Dall'intervista a Verissimo emerge la reale umanità di Lapo: un uomo che probabilmente ha sbagliato più di altri, ma che ha anche sofferto più di altri. E che non ha paura di mettersi a nudo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!