Iscriviti

"Verissimo", Francesco Sarcina racconta come è uscito dalla droga: "Ho rischiato l’overdose"

Nel salotto di "Verissimo" il cantante, ex frontman del gruppo le "Vibrazioni", ha fatto outing sulla sua dipendenza dalle sostanze stupefacenti e ha rivelato chi lo ha aiutato a uscirne.

Televisione
Pubblicato il 12 febbraio 2021, alle ore 13:45

Mi piace
6
0
"Verissimo", Francesco Sarcina racconta come è uscito dalla droga: "Ho rischiato l’overdose"

Sabato prossimo, 13 febbraio 2021, nel salotto di “Verissimo” ci sarà ospite Francesco Sarcina, cantautore ed ex frontman del gruppo Le Vibrazioni, conosciuto anche come l’ex marito della gieffina Clizia Incorvaia, dalla quale ha avuto una figlia. La puntata è stata già registrata e dalle anticipazioni si apprende che, tra le altre cose, nell’intervista con Silvia Toffanin il cantante ha parlato anche della sua dipendenza dalle droghe.

Non solo droghe leggere, ma anche pesanti, di quelle che portanto alla dipendenza e non te ne lasciano uscire così facilmente. Proprio per questo motivo, Sarcina ha raccontato che a un certo punto, resosi conto di aver bisogno di aiuto, per ottenerlo si è rivolto a un collega anche lui un tempo dipendente dalle sostanze. Si tratta di J-Ax, anche lui ex di un gruppo rap molto famoso negli anni Novanta, gli Articolo 31.

Il drammatico racconto di Francesco Sarcina

J-Ax aveva già fatto outing a proposito dell’abuso di sostanze stupefacenti e di come era stato difficile, ma indispensabile per continuare a vivere, uscire dalla droga. Ed è stato anche molto felice di aiutare Francesco Sarcina. Quest’ultimo ha parlato della dipendenza dalle droghe nella sua biografia appena uscita in libreria, dal titolo emblematico “Nel mezzo“.

Nel libro, Sarcina ripercorre episodi molto forti della sua vita, dall’adolescenza trascorsa in una periferia milanese violenta e pericolosa, dove lo spaccio e l’uso di sostanze sono all’ordine del giorno, fino all’incontro – che ha rischiato di essergli fatale – con una persona di cui si è innamorato ma che era lei troppo segnata, troppo “infognata” nella droga per poter avere una storia normale. Questa persona, ha spiegato Sarcina, aveva già tentato il suicidio diverse volte e faceva uso di sostanze pesanti, che il cantante ha voluto provare per capire cosa si sentisse e perché si arrivasse a mettere a rischio la vita.

Nel vano tentativo di aiutarla, ha rischiato di andare in overdose e di finire con lei in un buco nero dal quale sarebbe stato impossibile poi risalire. Anche se lui, per fortuna, alla fine ce l’ha fatta. “Vivere al limite dell’impossibile, in maniera borderline, porta sull’orlo dell’esasperazione”, ha dichiarato Sarcina nel salotto di Silvia Toffanin. “Questa cosa inevitabilmente attrae persone che sono come te, non c’è nessuno che viene a salvarti: attiri solo la negatività” ha concluso, consapevole di averla scampata per un pelo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rossella Martielli

Rossella Martielli - Racconti come quello di Francesco Sarcina, popstar seguita e amata da un vasto pubblico che comprende anche molti giovani, servono da monito e testimonianza di come per colpa della droga si può fare davvero una brutta fine, rischiando non solo di buttare all'aria tutti i sogni e distruggere le proprie famiglie, ma anche di morire.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!