Iscriviti

Tommaso Zorzi shock su Platinette: "Mi fa schifo, un criminale"

Tommaso Zorzi ha duramente attaccato Platinette. Il gieffino ha utilizzato parole forti e pesanti nei riguardi del conduttore radiofonico: vediamo nello specifico cosa è accaduto.

Televisione
Pubblicato il 11 dicembre 2020, alle ore 20:45

Mi piace
6
0
Tommaso Zorzi shock su Platinette: "Mi fa schifo, un criminale"

Tommaso Zorzi è chiuso nella casa del “Grande Fratello Vip”, ma qualche sera fa è andato in onda contemporaneamente sia su Mediaset Extra, grazie alla diretta del Grande Fratello, sia su Real Time dove è stato ospite di Gabriele Parpiglia, al debutto con la nuova stagione di “Seconda Vita“. Ovviamente l’intervista era registrata, dato che Tommaso è ora impegnato nella casa più spiata d’Italia.

Zorzi si è raccontato a Parpiglia e tra una confessione e l’altra ha anche parlato di Platinette, che ha definito un “criminale“. Parole forti, dure, quelle che Tommaso ha riservato nei riguardi di Mauro Coruzzi. L’argomento toccato era l’omosessualità e proprio in quel frangente l’attuale gieffino si è scagliato contro il conduttore radiofonico.

Platinette ha detto che è stanco del vittimismo LGBT. Mi fa schifo. Non puoi sputare su una battaglia grazie alla quale tu puoi essere in tv perché se nessuno combatteva, tu non potevi fare Platinette e non potevi monetizzare questo personaggio. Dall’alto del tuo appartamento in centro a Milano parli di vittimismo, vai nei paesini a vedere cos’è veramente il vittimismo gay. Quindi se parli di vittimismo gay sei un po’, passami il termine, un criminale“, queste le forti dichiarazioni di Tommaso.

Anche nella casa del “Grande Fratello Vip“, Zorzi ha parlato di Platinette e ha ribadito ancora una volta il suo pensiero e le forti parole pronunciate a Parpiglia. La sua opinione insomma è tutt’altro che positiva e sembrerebbe che alcune dichiarazioni di Coruzzi, non siano proprio in linea con la comunità gay. Tommaso nella casa ha ammesso che non conosce un omosessuale a cui piaccia Platinette.

L’influencer ha poi proseguito dichiarando che in realtà il conduttore radiofonico è contrario alla legge contro l’omofobia, alle unioni civili e alle adozioni. Parole al vetriolo quelle utilizzate da Tommy, parole che inevitabilmente susciteranno o hanno già suscitato la reazione di Platinette. Sicuramente l’argomento toccato è molto delicato e Zorzi si sente colpito nel profondo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tonia Sarracino

Tonia Sarracino - Personalmente credo che non si possa al giorno d'oggi essere contro la legge contro l'omofobia. Le diversità di genere sono sempre esistite e oggi, come giustamente asserisce Zorzi, è grazie a chi ha combattuto che si è più liberi di esprimere il proprio orientamento sessuale. Liberi però parzialmente, dato che vi sono ancora delle realtà in via di emancipazione e la strada è sicuramente ancora lunga. Dato che difficoltà e problemi esistono ancora oggi, non ci si può assolutamente schierare a favore dell'omofobia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!