Iscriviti

The Good Doctor, il nuovo medical drama su Rai 1

Martedì 17 luglio su Rai 1 inizia un nuovo medical drama The Good Doctor. Un giovanissimo chirurgo pediatrico con una grande particolarità... è affetto da una sindrome di autismo.

Televisione
Pubblicato il 17 luglio 2018, alle ore 10:19

Mi piace
10
2
The Good Doctor, il nuovo medical drama su Rai 1

Martedì 17 luglio su Rai 1 inizia un nuovo medical drama: The Good Doctor.  Shaun Murphy ( lo ricorderemo nella parte del bambino della Fabbrica di cioccolato) è un ragazzo che dice addio alla sua vita di campagna e si trasferisce in California per fare il chirurgo pediatrico nel prestigioso ospedale St. Bonaventure di San Jose ciò che lo distingue è una malattia di cui è affetto cioè  l’autismo.

Shaun Murphy lotta duramente per diventare medico vista la patologia di cui soffre poiché tutti lo ritengono inadatto e non credono riuscirà a terminare neanche gli studi. Ma non è così,  riuscirà eccome a laurearsi diventando medico nonostante l’incredulità dei docenti e dei medici che lo circondano. Ma una volta laureato troverà la possibilità di lavorare?

Shaun è un personaggio atipico che a causa della sua malattia fatica a relazionarsi con gli altri poiché è una persona innocente, onesta ed estremamente diretta. Saranno proprio le caratteristiche distintive causate dalla sua malattia a rendere difficile l’ingresso nell’ospedale e infatti il consiglio di amministrazione ed i medici si oppongono alla sua assunzione almeno all’inizio ma, uno di loro lotterà duramente perché gli venga data una possibilità.

Grazie all’appoggio del suo capo, il dottor Aaron Glassman, combatterà e vincerà lo scetticismo e il pregiudizio del consiglio di amministrazione e dei suoi colleghi medici riuscendo così a dimostrare le sue enormi capacità di medico. Non sarà Infatti un normale chirurgo pediatrico ma sarà uno di quelli che riuscirà sempre a trovare dei modi originali per curare i suoi pazienti, riuscendo ad aggirare ogni situazione anche la più complicata.

L’autismo rende le persone particolarmente tenaci ed estremamente intelligenti, Murphy sfrutta queste sue qualità per diventare ciò che vuole nonostante le problematiche che incontra, che sono tipiche del autismo, come la difficoltà di relazionarsi causata dalla troppa schiettezza dalla scarsa e quasi inesistente empatia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Daniela Marella

Daniela Marella - Non vedo l'ora di vedere questo telefilm! Finalmente un telefilm che parla di medicina in termini diversi. Sarà bellissimo vedere Murphy come riuscirà a relazionarsi con i pazienti nonostante l'autismo ma anche con i suoi colleghi e soprattutto come la sua malattia lo renderà un medico migliore rispetto agli altri.

Lascia un tuo commento
Commenti
Maria Grazia Romano
Maria Grazia Romano

21 luglio 2018 - 20:30:37

Stupendo... anche se mi domando se non è solo pura fantasia

0
Rispondi