Iscriviti

Tale e Quale Show, Carlo Conti: "Ci accusano di Blackface". La soluzione trovata fa esplodere una polemica

Sta per partire la nuova edizione di "Tale e Quale Show" ed è già polemica. Il programma è stato accusato di "Blackface" e la risposta di Carlo Conti ha sollevato altre proteste.

Televisione
Pubblicato il 16 settembre 2021, alle ore 09:55

Mi piace
2
0
Tale e Quale Show, Carlo Conti: "Ci accusano di Blackface". La soluzione trovata fa esplodere una polemica

Tale e Quale Show” è pronto per ripartire domani venerdì 17 settembre, come sempre su Rai 1. Il programma condotto da Carlo Conti si è ritrovato in un turbinio di polemiche per via di accuse di “Blackface“, che consiste nel truccare i vari personaggi in modo marcato e poco realistico per far assumere loro le sembianze di una persona di colore.

Durante la conferenza stampa, però, Conti ha rilasciato alcune dichiarazioni che in molti hanno reputato essere più ghettizzanti del blackface stesso: “C’era la volontà e l’indicazione di non fare più i cantanti di colore. A me sembrava una grande ingiustizia, un grande modo per ghettizzare un genere musicale e tanti artisti. Allora la lampadina si è accesa: non possiamo prendere una persona bianca che deve interpretare una di colore? Allora prendiamo una cantante di colore e lei è Deborah, che interpreterà tutti i cantanti e le cantanti di colore” ha dichiarato Conti soddisfatto per l’escamotage trovato che, però, ha fatto storcere il naso a molti telespettatori.

“Blackface” e la polemica per la soluzione trovata da Carlo Conti

La questione del “blackface” parte dagli Stati Uniti e lì gli artisti chiamati a interpretare i vari personaggi non modificano il loro colore della pelle. In pratica, così come riporta il sito Biccy.it, Tom Holland – uomo bianco – ha interpretato Rihanna – donna nera – e allo stesso modo Taye Diggs – uomo nero – si è calato nei panni di Madonna – donna bianca -.

Questo ci si aspetterebbe anche nel programma di Carlo Conti, che scegliendo di far interpretare i cantanti bianchi esclusivamente ai bianchi e i cantanti di colore a Deborah Johsnon, figlia del cantante Wess Johnson, rischia di ghettizzare ulteriormente la situazione, non risolvendo peraltro il problema: “Se però le dovessimo far interpretare un cantante italiano spero non ci accusino di whiteface…” ha poi concluso Conti con l’amaro in bocca.

Si attende quindi la partenza di “Tale e Quale Show” che, in barba alla scaramanzia, andrà in onda con la prima puntata venerdì 17 iniziando con un omaggio a Raffaella Carrà. Troveremo come giudici sempre Loretta Goggi, Giorgio Panariello e Cristiano Malgioglio, ad affiancarli un imitatore che ogni settimana si calerà nei panni di un personaggio diverso, nella puntata di esordio imiterà Vittorio Sgarbi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - La soluzione trovata in America penso sia quella giusta. Far interpretare tutto a tutti, senza tenere in considerazione il colore della pelle e senza trucchi eccessivi che rischiano davvero di stereotipare in qualche modo i tratti delle persone di colore. Carlo Conti ha cercato di trovare una soluzione politicamente corretta, vedremo se sarà quella giusta.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!