Iscriviti

Pomeriggio Cinque, Patrizia De Blanck choc: "Avevo in casa una statuetta posseduta dal Diavolo"

Patrizia De Blanck è voluta ritornare sulle dichiarazioni rilasciate al settimanale "Nuovo TV", dichiarando di aver avuto in casa una statuetta posseduta dal Demonio.

Televisione
Pubblicato il 6 aprile 2019, alle ore 09:39

Mi piace
4
0
Pomeriggio Cinque, Patrizia De Blanck choc: "Avevo in casa una statuetta posseduta dal Diavolo"

Negli ultimi giorni hanno fatto scalpore le dichiarazioni rilasciate da Patrizia De Blanck al settimanale “Nuovo Tv“. La contessa, alla rivista, ha dichiarato di essere stata posseduta dal Demonio: Satana sarebbe entrato nel corpo del suo compagno e avrebbe fatto, con un espediente, l’amore con lei.

Nell’ultima puntata di “Pomeriggio Cinque“, il talk show di “Canale 5” condotto da Barbara D’Urso, si è parlato nuovamente dell’argomento degli avvenimenti paranormali, con ospite proprio Patrizia De Blanck. La “Socialite” è voluta ritornare su queste dichiarazioni rilasciate al settimanale diretto da Riccardo Signoretti, aggiungendo altri particolari su questa vicenda.

Le parole di Patrizia De Blanck

La contessa inizia smentendo di aver avuto dei rapporti “intimi” con Satana, ma non nega queste presenze paranormali: “Avevo questa specie di mostro che era una specie di Diavolo, però era un dragone con le corna che a me e Giada (la figlia n.d.r) piaceva tanto e ce lo siamo tenuto. Successivamente è venuto questo mio amico con la sorella sensitiva, e c’era ancora il dragone appoggiato sul tavolino”.

Il racconto diventa sempre più inquietante: “La sensitiva appena è entrata a casa stava quasi svenendo, dicendo che nel posto c’è un qualcosa di molto negativo, indicando questo dragone con le corna”. Ammette di aver tolto di mezzo questa statua con i metodi suggeriti dalla sensitiva: “Abbiamo messo la statuina nel secchio per affogarlo. Questo è stato quasi un minuto con le bolle, come quando affoghi qualcuno”.

La sensitiva avrebbe poi detto a Patrizia De Blanck di tenere ancora la statuina in casa per una ventina di giorni, prima di disfarsene definitivamente. Le è stato consigliato addirittura di regalarlo al suo peggiore nemico, ammettendo però di non essere una donna così “cattiva”. Per questo motivo, la contessa ha deciso di gettarlo tra le acque del fiume Tevere.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Il racconto di Patrizia De Blanck resta molto raccapricciante, anche se ci sono mille motivi per non crederla al primo impatto. In molti, sia in studio che nel web, credono pochissimo alle sue parole, anche se era molto convinta di ciò che diceva in studio. La verità, però, resta sempre un mistero.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!