Iscriviti

Pomeriggio Cinque, Barbara D’Urso attacca il santone di Corcolle: "I gay non sono malati"

Il santone di Corcolle rilascia un'intervista negli studi di "Pomeriggio Cinque", e Barbara D'Urso si scaglia contro le sue idee.

Televisione
Pubblicato il 27 marzo 2019, alle ore 08:21

Mi piace
2
0
Pomeriggio Cinque, Barbara D’Urso attacca il santone di Corcolle: "I gay non sono malati"

L’ultima puntata di “Pomeriggio Cinque” per Barbara D’Urso è stata molto movimentata. La conduttrice di Canale 5 ha deciso infatti, con un collegamento, di rilasciare un’intervista al santone di Corcolle di nome Carmelo diventato popolare nel paesino per via del suo presunto legame con Gesù.

Carmelo è un pensionato di Corcolle e, seppure non si tratti di un Prete, dichiara senza problema di riuscire a parlare con Gesù. L’anziano, come svela “Il Sussidiario”, ha creato una piccola setta dove invita tutte le persone a frequentare o fare le azioni da lui indicate per liberarsi dal “male”.

La dura reazione di Barbara D’Urso

Secondo anche quando documentato da “Le Iene“, Carmelo praticherebbe questi riti in maniera totalmente gratuita, ma i suoi modi sono fin troppo dolorosi. Per liberarli dal “presunto male”, il santone di Corcolle arriverebbe addirittura a picchiare le persone in questo gruppo, tra cui ci sono anche alcuni bambini, che vengono portati dai genitori che credono alle sue parole.

L’intervista inizia immediatamente con i toni alti, poiché Carmelo non si tira indietro con le offese. Tuttavia, il tutto degenera verso il finale con una sua dichiarazione: “Qui c’è una ragazza che era lesbica, venendo qui diciamo questa si è liberata, poiché stava insieme a un’altra. Ma non gliel’ho detto io, l’ha capito da sola che era una cosa sbagliata. Si è liberata ed ora non ne vuole sapere più che andava con le donne. Dio ha fatto l’uomo e la donna no due uomini e due donne”.

Da qui possiamo assistere alla sfuriata di Barbara D’Urso: “Ma questo te l’ha detto il tuo Gesù? Mi sa che non hai incontrato il Gesù giusto, mi sa che hai sbagliato. Secondo me un Gesù che dice che due gay sono posseduti dal diavolo non è quel Gesù che conosco io. Io non consento a nessuno di dire che due persone gay sono malate”.

L’intervista termina con Barbara D’Urso che promette ai suoi telespettatori di non invitare più il santone di Corcolle, poiché non accetta una persona del genere nel suo programma.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Il problema non è neanche il santone, ma il fatto che ci sono persone che, nel 2019, credono ancora alle sue parole. La sua "ottusità" è palpabile da chilometri di distanza, ma tuttavia, e direi purtroppo, c'è una "setta" che lo crede. Spero che venga dato meno spazio a tizi del genere in tv, da oggi in poi.

Lascia un tuo commento
Commenti
Mario Casini
Mario Casini

28 marzo 2019 - 11:10:35

Qui un esempio, ma è solo un esempio: http://antisette.blogspot.com/2019/01/antisette-plagio-omosessuali-denise-deborah-lavaggiodelcervello.html. Anche: http://antisette.blogspot.com/2018/11/antisette-violenza-sonia-ghinelli-deprogrammazione-janja-lalich-abusi3.html

0
Rispondi
Mario Casini
Mario Casini

28 marzo 2019 - 11:10:28

Basti pensare che, tanto quanto i movimenti religiosi «non convenzionali», tanto quanto è avvenuto per i vegani ed altri gruppi che nulla hanno a che vedere con la spiritualità, vengono chiamati «setta» persino i gay quando fa comodo a qualcuno per discriminarli e metterli in cattiva luce!

0
Rispondi
Mario Casini
Mario Casini

28 marzo 2019 - 11:09:51

Insomma, è ora di finirla! Un modo tanto becero di bollare ed etichettare ampie o ristrette porzioni della società non fa altro che contribuire al suo disordine e al suo tumulto.

0
Rispondi
Mario Casini
Mario Casini

28 marzo 2019 - 11:09:33

Quello che la gente protesta sempre di più (e che i giornalisti dovrebbero capire, prima o poi) è che bisogna cessare di suddividere la popolazione in caste e categorie: questi sono una «setta», quelli non sono «normali», quegli altri sono «malati».

0
Rispondi