Iscriviti

Live – Non è la D’Urso, Selvaggia Roma si scusa dopo la frase sui bambini africani: "Ho subito un massacro mediatico"

Intervistata da Barbara D'Urso a "Live - Non è la D'Urso", Selvaggia Roma chiede scusa per la gaffe sui bambini africani, anche se ritiene eccessive le critiche ricevute.

Televisione
Pubblicato il 3 dicembre 2019, alle ore 09:02

Mi piace
5
0
Live – Non è la D’Urso, Selvaggia Roma si scusa dopo la frase sui bambini africani: "Ho subito un massacro mediatico"

Negli ultimi giorni ha fatto discutere molto sui social network la battuta infelice di Selvaggia Roma. L’ex fidanzata di Francesco Chiofalo, in un video pubblicato su Instagram, stava sponsorizzando uno dei tanti prodotti dimagranti. Spesso queste aziende che spesso chiedono l’aiuto delle influencer per poter incrementare le proprie vendite.

Selvaggia Roma prima mostra la sua pancia che ritiene gonfia e poi, scuotendo il barattolo in cui ci sono queste pillole dimagranti, rivela: “Inizio a prenderle che mi sa che mi si è fermato il metabolismo! Ho una pancia! Avete presente i bambini africani? Ecco….Io sto facendo quella fine”.

Le scuse di Selvaggia Roma

Nell’ultima puntata di “Live – Non è la D’Urso”, mentre si parla di razzismo sia verso le persone di colore che sui meridionali, Barbara D’Urso ha chiamato in causa anche Selvaggia Roma. La conduttrice immediatamente si dichiara contrariata per le parole dette dalla ragazza, dando ragione al web per essere stata critica nei suoi confronti.

L’influencer chiede immediatamente scusa per la frase infelice, poiché è stata detta con spontaneità e troppa leggerezza su un argomento così delicato. Selvaggia Roma rivela di essere accorta nell’aver fatto una gaffe il giorno successivo, leggendo probabilmente le critiche che stavano piovendo sul web. La ragazza comunque smentisce di essere razzista, poiché anche lei fa parte dell’Africa, poiché suo padre è nato in Tunisia.

Nonostante questa gaffe, secondo Selvaggia Roma la vicenda è stata un po’ ingigantita sul web, seppure non vuole trovarsi dalla parte della ragione: “Ho riconosciuto il mio sbaglio e sono consapevole della sciocchezza che ho commesso, ma il massacro mediatico che ho subito mi è sembrato eccessivo. A Roma si usa questa espressione per indicare quando si ha la pancia ma non è comunque una giustificazione nella maniera più assoluta”. A prendere le sue difese ci pensa Giampiero Mughini etichettando i social come la foglia della società.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Ha chiesto scusa, e su questo non ci piove, ma seppure la frase sia stata detta con leggerezza, non credo che il web abbia esagerato. Ormai il terrore del razzismo lo si trova ovunque, e basterebbe solamente fare delle battute più leggere stando attenti a ciò che si dice prima di aprir bocca.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!