Iscriviti

"Live", Adriana Volpe rivela il dramma vissuto una volta uscita dalla casa del GF: "Non potevo abbracciare mia figlia"

Adriana Volpe, ospite a "Live- non è la D'Urso", ha raccontato il dramma vissuto una volta uscita dalla casa del "Grande Fratello Vip". A causa del coronavirus non ha potuto abbracciare nessuno, nemmeno sua figlia Giselle.

Televisione
Pubblicato il 20 aprile 2020, alle ore 11:33

Mi piace
9
0
"Live", Adriana Volpe rivela il dramma vissuto una volta uscita dalla casa del GF: "Non potevo abbracciare mia figlia"

La situazione coronavirus in Italia continua ad essere ancora molto delicata e allarmante, i programmi televisivi che non sono stati sospesi, continuano ad andare in onda senza il pubblico e gli ospiti in studio. Tra questi vi è “Live- non è la D’Urso” e proprio durante la puntata a cui abbiamo assistito domenica 19 aprile, si è ancora una volta argomentato di coronavirus.

Una delle ospiti di Barbara D’Urso, collegata direttamente da casa sua, è stata Adriana Volpe. L’ex gieffina ha parlato della sua situazione nella casa del “Grande Fratello Vip” e per la prima volta ha confessato cosa le hanno detto gli autori in confessionale, quando poi ha deciso di abbandonare il gioco. Ricordiamo che Adriana ha lasciato la casa del “Grande Fratello Vip” dopo essere venuta a conoscenza del fatto che le condizioni di salute di suo suocero, Ernesto Parli, erano gravi a causa del covid, l’uomo è poi deceduto.

In collegamento con la D’Urso, Adriana ha dichiarato: “Sapevo cos’era il coronavirus, siamo stati gradualmente informati, ma avevamo una percezione diversa rispetto agli italiani che hanno avuto il tempo di metabolizzare la situazione capendone la gravità con l’informazione quotidiana. L’unica cosa giusta da fare era uscire immediatamente e raggiungere la mia famiglia“.

Insomma per la Volpe, l’unica scelta più giusta e saggia era quella di tornare a casa e stare vicina alla sua famiglia, cosa che poi ha fatto. L’ex conduttrice di “Mezzogiorno in famiglia” ha poi aggiunto che quando si riceve una notizia come quella che ha ricevuto lei, ci si sente impauriti e l’unica cosa che si vuole fare è tornare a casa.

Solo una volta uscita dalla casa del GF, Adriana ha percepito completamente quale fosse la situazione in Italia. Tutti la tenevano a debita distanza, le veniva ricordato di mantenerla, la distanza, a sua volta, nei riguardi delle altre persone, le hanno subito fatto indossare guanti in lattice e mascherina e così Adriana ha vissuto un vero e proprio trauma.

La conduttrice ha poi proseguito il suo racconto, spiegando il viaggio che da Roma l’ha portata in Svizzera, nella clinica dove Ernesto Parli era ricoverato e dove poi è deceduto. E’ stato un dramma, difatti Adriana una volta arrivata in Svizzera non ha potuto abbracciare nessuno, nemmeno sua figlia Giselle: “Volevo abbracciarla, quando sono entrata in quella casa mi hanno detto subito il protocollo da rispettare e non potevo abbracciare nessuno, dovevo rimanere a distanza, immaginati una mamma che vede la figlia e non può abbracciarla“.

La commozione della Volpe è stata palpabile. Nel raccontare il dramma vissuto, l’angoscia nel non poter abbracciare nessuno, nemmeno la sua stessa figlia, ha portato Adriana a non trattenere le lacrime e Michele Cucuzza, ospite anche lui della D’Urso e compagno di avventura della Volpe nella casa del GF, è intervenuto complimentandosi con lei: “Ti sei confermata una persona straordinaria come eri nella Casa“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tonia Sarracino

Tonia Sarracino - Sicuramente il dramma vissuto da Adriana Volpe è quello che tante persone vivono. Il fatto di non poter abbracciare nessuno, nemmeno i propri cari o la propria stessa figlia è dura. Nel caso della Volpe poi, reduce dall'esperienza nella casa del Grande Fratello è stato sicuramente diverso, perché non aveva la reale percezione di ciò che stesse accadendo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!