Iscriviti

"L’Aquila 3:32 – La generazione dimenticata", Lino Guanciale racconta la sua esperienza personale durante il terremoto

Lino Guanciale, che venerdì 5 aprile 2019 condurrà un documentario su Rai 2 intitolato "L’Aquila 3:32-La generazione dimenticata", ha rilasciato un'intervista a "DiPiùTv" per raccontare la sua esperienza personale durante il sisma del 6 aprile 2009.

Televisione
Pubblicato il 4 aprile 2019, alle ore 15:37

Mi piace
9
0
"L’Aquila 3:32 – La generazione dimenticata", Lino Guanciale racconta la sua esperienza personale durante il terremoto

Lino Guanciale, l’attore amatissimo saltato alla ribalta con fiction seguitissime come “Non dirlo al mio capo” e “La porta rossa”, condurrà venerdì 5 aprile 2019 un documentario su Rai2 intitolato L’Aquila 3:32-La generazione dimenticata dedicato completamente al terribile sisma del 6 aprile 2009 che distrusse completamente la città abruzzese e i paesi limitrofi.

Lino purtroppo quel terremoto lo ricorda bene in quanto lo visse personalmente e con una lunga intervista al settimanale DiPiùTv ha voluto raccontare esattamente cosa successe quella terribile notte. “Mi trovavo ad Avezzano, mi svegliai di soprassalto e vidi i mobili e i quadri ondeggiare, poi cadere. Corsi subito dai miei familiari, nella stanca accanto. Capimmo subito la gravità della situazione” ha infatti confessato l’attore.

Un’intervista molto sentita per lui che nel terremoto perse altresì un amico molto importante per lui e al quale era molto legato e proprio nel documentario L’Aquila 3:32-La generazione dimenticata, Lino ascolterà le parole e le storie di alcuni ragazzi sopravvissuti al crollo dell’ormai nota Casa dello Studente dove purtroppo morirono sotto le macerie ben otto ragazzi.

“Un’intera generazione dimenticata per troppo tempo, proprio come dice il titolo del documentario” ha chiosato infatti Guanciale confessando anche di avere dentro di se il rimorso di non aver potuto partecipare agli scavi l’indomani del terremoto salvando, magari, i sopravvissuti e partendo immediatamente per impegni lavorativi. “Mio fratello invece andò a scavare a mani nude, con centinaia di volontari, per salvare qualche vita! Io ho sempre avuto l’Abruzzo nel cuore, ma da quel giorno ancora di più”.

Per smorzare un po’ i toni dell’intervista, Lino ha svelato che presto inizieranno le riprese de La porta rossa 3 asserendo che ci voleva una bella storia per convincerlo e gli autori hanno scritto una trama intensa e avvincente. Non ci resta dunque che attendere per sapere novità in merito ma nel frattempo venerdì 5 aprile 2019 tutti su Rai2 per il documentario L’Aquila 3:32-La generazione dimenticata.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Mara Ricci

Mara Ricci - Lino Guanciale credo sia diventato uno degli attori più seguiti e amati dagli italiani ed è sicuramente giustissimo il fatto che sia stato scelto per condurre il documentario in onda venerdì 5 aprile 2019 e intitolato L’Aquila 3:32-La generazione dimenticata considerando anche che lui stesso ha vissuto tale tragedia e ha perso anche un caro amico sotto le macerie.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!