Iscriviti

L’amica geniale, parla il regista: "Si preannuncia una stagione diversa dalla precedente"

In attesa della nuova serie de "L'amica geniale - Storia del nuovo cognome" che arriva su Rai 1 dal 10 febbraio con la seconda stagione, ecco alcune anticipazioni e le parole del regista Saverio Costanzo che preannuncia grandi cambiamenti e storie drammatiche.

Televisione
Pubblicato il 22 gennaio 2020, alle ore 16:13

Mi piace
8
0
L’amica geniale, parla il regista: "Si preannuncia una stagione diversa dalla precedente"

In seguito al grande successo dei libri di Elena Ferrante e alla serie che ha calamitato l’attenzione del pubblico andando in onda l’anno scorso sulle reti Rai con consenso di pubblico e critica, sta per arrivare la seconda stagione de “L’amica geniale – Storia del nuovo cognome”. La nuova serie andrà in onda su Rai 1 a partire dal 10 febbraio, subito dopo l’appuntamento con Sanremo, il festival della canzone italiana. 

Nella giornata di martedì 21 gennaio, c’è stata la consueta conferenza stampa per raccontare alcuni fatti salienti e lanciarla in vista del prossimo appuntamento. Una serie diretta da Saverio Costanzo che su TvBlog si è espresso con queste parole preannunciando dettagli riguardo questa seconda serie: “E’ una stagione molto diversa dalla prima. Ora siamo negli anni Sessanta e pian piano gli orizzonti si aprono e la drammaturgia di Elena Ferrante accelera. Troviamo quindi il desiderio di scoprire altro”.

Il racconto de L’amica geniale parte seconda, non racconta solo dell’amicizia e delle vicissitudini di Lila e Lenù, le interpreti principali, ma anche dei cambiamenti sociali che attraversa il paese e Napoli, in particolare. Un cambiamento sociale che segue di pari passo la sceneggiatura e la storia. 

Sempre secondo Costanzo, il regista della serie, in questa seconda stagione le cose cambiano completamente tono in quanto la drammaturgia assume una accelerata. Come anticipa Saverio Costanzo, ci sono delle differenze tra la prima e la seconda parte. Nella prima stagione, aveva un taglio neorealista, mentre la seconda vede una dimensione maggiormente cinematografica, anche grazie ad Alice, che ha uno sguardo del tutto proprio e dà quel quid in più alla storia. 

Le stesse protagoniste della storia e della serie hanno annunciato che sono in aumento le scene drammatiche rispetto alla prima stagione. Per chi si fosse perso alcuni episodi, non disperate perché ogni mercoledì dalle 21.20 circa su Rai 2 è possibile rivedere le repliche dove tutto è cominciato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Una serie che ho amato tantissimo e che non vedo l'ora di seguire a partire da febbraio. Chissà come sono cambiati i rapporti tra Lenù e Lila, ora che entrambe hanno preso strade diverse. Sono pronta a guardarla. Già dalle promo, si preannuncia ricca di tanti colpi di scena che sicuramente terranno lo spettatore incollato al televisore.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!