Iscriviti

La Rai nella bufera per un sondaggio definito sessista

La ricerca andata in onda a Top10, programma condotto da Carlo Conti, su cosa fanno meglio le donne degli uomini sta facendo discutere sui social network

Televisione
Pubblicato il 1 giugno 2021, alle ore 10:28

Mi piace
2
0
La Rai nella bufera per un sondaggio definito sessista

La Rai è finita ancora una volta nella bufera per un sondaggio considerato da molti un sondaggio sessista. La domanda era: “Cosa fanno le donne meglio degli uomini?”. L’esito del quesito è andato in onda durante l’ultima puntata di Top 10, la trasmissione condotta da Carlo Conti il sabato sera su Rai Uno.

Il conduttore ha coinvolto alcuni concorrenti famosi dividendoli in due squadre: la squadra delle Principesse, composta da Caterina Balivo, Emanuela Aureli e Andrea Delogu, contro la squadra dei Pacchisti, composta da Pupo, Max Giusti e Flavio Insinna. I sei concorrenti  dovevano indovinare la classifica emersa da un sondaggio compiuto in tutta Italia su cosa le donne facciano meglio degli uomini.

I risultati hanno portato a un podio “virtuale” finale con al primo posto la cura della casa, al secondo il fare più cose insieme e al terzo il prendersi cura degli altri. I risultati della classifica, però, sono stati subito commentati con negatività sui social network, dove sono stati messi in evidenza la mancanza di altre doti: come la capacità che mostrano le donne negli studi e sul lavoro.

Secondo gli internauti, dai risultati della classifica sono usciti fuori i soliti cliché che vedono la donna eccellere sull’uomo soprattutto in ambito casalingo. I commenti sui social sono stati al vetriolo: “E guarda caso manca la parola ‘lavorare”. “Scusa Twitter, ma pure questa top 10 è sessista?”, “Petizione per far fallire la Rai”,Dire uno schifo è dire poco, tv pubblica nazionale”.

Non è la prima volta che in Rai scivolano sulle questioni di genere. L’ultima volta era accaduto a Detto Fatto, il programma condotto da Bianca Guaccero, dove si insegnava alle telespettatrici a fare la spesa in modo sexy e provocante. La polemica era esplosa e a finire nel mirino delle critiche erano stati gli autori, la conduttrice e perfino la modella che aveva mostrato quali portamenti assumere nei supermercati, offesa e insultata pesantemente sul web per giorni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Mario Nettuno

Mario Nettuno - Il femminismo deve aver perso di vista i suoi veri obiettivi. Nel mondo ci sono cose ben più gravi da contrastare che preoccuparsi di sondaggi e spese al supermercato. Le femministe dovrebbero preoccuparsi di salvaguardare le donne da altre forme di ingiustizia ben più gravi che subiscono: come lo sfruttamento sul lavoro, gli stipendi precari o la violenza che vede molte di loro vittime di uomini violenti. Sono queste le vere emergenze sociali per una donna, non un innocuo sondaggio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!