Iscriviti

La caccia – Monteperdido, anticipazioni 24 novembre: Sara si innamora di Victor ed è sempre più vicina al rapitore

Dopo la triste morte di Santiago, il mentore del sergente Campos, Sara è sempre più consapevole che non può fidarsi di nessuno cosi inizia a indagare da sola. A Monteperdido tutti mentono per tutelare i loro intimi segreti anche a discapito delle indagini.

Televisione
Pubblicato il 22 novembre 2019, alle ore 16:31

Mi piace
7
0
La caccia – Monteperdido, anticipazioni 24 novembre: Sara si innamora di Victor ed è sempre più vicina al rapitore

Domenica 24 Novembre andrà in onda, in prima serata su Canale 5, la terza puntata della serie televisiva spagnola “La caccia – Monteperdido”, tratto dall’omonimo romanzo di Agustín Martínez. La serie vede come protagonista l’amata attrice Megan Montaner che da qualche settimana è tornata nel piccolo schermo per arricchire il palinsesto di casa Mediaset ottenendo buoni risultati. 

Dopo la drammatica morte del tenente Santiago Bain, ucciso da Gaizka, il sergente Campos si sente sempre più sola e affranta dal dolore inizia a comprendere che non può più fidarsi di nessuno. Da tale consapevolezza, Sara inizia a dirigere le indagini in solitaria capitanando la Guardia Civil con un atteggiamento molto più autorevole e determinato. 

Nel frattempo la giovane Ana inizia a ricucire le proprie ferite grazie alla vicinanza di Quim, il fratello maggiore di Lucia, da sempre il ragazzo dei sogni di Ximena. Quest’ultima definita dal paese come “La fortunata” deve affrontare i pregiudizi del paesino in quanto da bambina si trovava in compagnia di Ana e Lucia il giorno del tragico rapimento. Proprio per questo motivo, molti iniziano a pensare che Ximena sappia più informazioni di quelle che ha dichiarato.  

Ana, sempre più vicina a Quim, inizia a provare forti sentimenti per questo ragazzo nonostante l’assidua presente della rivale Ximena. Tale situazione porterà Ana a rivelare nuovi dettagli utili alle indagini infatti la ragazza, grazie alla positività dell’amore, inizia ad avere più fiducia in se stessa e negli altri tanto da iniziare a collaborare col sergente Campos.

La Guardia Civil scopre dettagli e inediti indizi che consentono ad Ana di analizzare gli anni della propria prigionia sotto una luce più chiara. La verità sembra essere più limpida agli occhi delle autorità che arrivano a una conclusione: il rapinatore delle due bambine si è sempre trovato tra i paesani di Monteperdido e molto probabilmente ha vissuto nelle vicinanze delle famiglie delle vittime

Sara, sente la mancanza del mentore Santiago, e cosi inizia a trovare conforto nelle braccia di Victor comprendendo di nutrire un sentimento molto forte per il collega. Pertanto, la sergente comincia a svelare episodi dolorosi del proprio passato a Victor trovando un sostegno psicologico molto utile. Le indagini iniziano a diventare sempre più aggressive e cosi gli abitanti di Monteperdido cominciano a preoccuparsi. Nella vallata tutti mentono per tutelare i propri intimi segreti e interessi e Sara se ne rende conto nella maniera più dolorosa. 

Tuttavia il sergente Campos fa di questo punto debole del paese una strategia di forza, scavando nei segreti e delle debolezze dei paesini riesce a trovare la strada più vicina per arrivare a Lucia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano La Rocca

Gaetano La Rocca - Arrivati in questo preciso punto de "La caccia - Monteperdido", la trama è diventata sempre più intrigante in quanto nel piccolo paesino tutti mentono per tutelare i loro segreti. Tra le bugie e le paure delle famiglie di Monteperdido, Sara inizia in maniera strategica ad entrare, per la prima volta, nelle vite degli abitanti del posto scoprendo dettagli utili alle indagini. La strada per arrivare da Lucia è sempre più vicina cosi aumenta la curiosità del vasto pubblico di Canale 5 di scoprire il volto del rapitore.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!