Iscriviti

In arrivo su Disney plus "Prey", il prequel di Predator

Nel 1987 uscì l’originale Predator con Schwarzy, questa volta assisteremo ad un'ambientazione nel 700 al tempo dei nativi americani che dovranno combattere l’alieno.

Televisione
Pubblicato il 5 agosto 2022, alle ore 10:17

Mi piace
0
0
In arrivo su Disney plus "Prey", il prequel di Predator

Ascolta questo articolo

Era il 1987 quando uscì Predator con Arnold Schwarzenegger, eravamo abituati a vederlo con armi spiegate e fucili di precisione a combattere l’alieno nell’America centrale che cacciava gli uomini, e per sopravvivere cospargersi di fango per non essere visto dai rilevatori biometrici dell’alieno che rilevava la temperatura corporea.

Prey il prequel di Predator in arrivo su Disney plus è tutta un’altra storia, ambientato al tempo degli indiani Comanche nel 700, ha come protagonista Naru una ragazzina impavida che con solo armi e frecce deve combattere un alieno con armi tecnologiche molto più avanzate, del futuro.

Ma stavolta preda e predatore sono sullo stesso livello, non è più una lotta alla sopravvivenza, perché gli indiani sono abituati a cacciare per procacciarsi il cibo, e guardano l’alieno in faccia senza mai voltarsi; il ritmo non è serrato, l’atmosfera è silenziosa e tranquilla, dovuta anche alle colonne sonore.

Naru è una outsider non voluta dalla sua tribù una eroina, che non teme di vedersi faccia a faccia con l’alieno perché abituata a combattere, Prey ha ottime recensioni e critica un prodotto ben riuscito che sa intrattenere è non fa rimpiangere l’originale, la caratterizzazione del personaggio di Predator è la stessa può rendersi invisibile e mimetizzarsi.

I fan della saga originale non devono quindi preoccuparsi in questo filone come in altri la protagonista femminile è fondamentale, nelle produzioni americane ultimamente vediamo uno smodato uso di eroine femminili che senza paura combattono con armi e senza qualsiasi pericolo anche nei cartoni Disney insomma nessuno resterà deluso anche se tutti ricordiamo il nerboruto Schwarzy che se ne andava in giro per la giungla a caccia di alieni, qui il ritmo è meno incalzante ma Naru saprà comunque intrattenere il pubblico a dovere con le sue tecniche di attacco avanzate che nessuno capisce come possa essere possibile sia in grado di farle.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Martina Capit

Martina Capit - Anche se ho amato l’originale Predator e non amo questi reboot e remake, questo mi incuriosisce e penso che lo vedrò, voglio dargli una chance se non altro perché mi piacciono le gesta dei nativi americani e lo trovo un connubio interessante per le ambientazioni, la protagonista femminile è di certo un'arma vincente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!