Iscriviti

Il Paradiso Delle Signore, arrivano i complimenti del giornalista Coruzzi: "Non ha rivali"

Mauro Coruzzi sul settimanale "Dipiù tv" ha voluto fare i complimenti al prodotto televisivo svelandone i motivi che hanno portato al grande successo.

Televisione
Pubblicato il 4 maggio 2020, alle ore 08:54

Mi piace
Il Paradiso Delle Signore, arrivano i complimenti del giornalista Coruzzi: "Non ha rivali"

Sono arrivati i complimenti da parte del giornalista e conduttore radiofonico Mauro Coruzzi alla nota soap opera di Rai 1, “Il Paradiso Delle Signore” capace di superare le attese in merito ai risultati degli ascolti. L’opinionista ha avuto modo di dare il proprio punto di vista nella sua rubrica del settimanale “Dipiù tv” con l’intento di elogiare il prodotto televisivo che riesce a coinvolgere milioni di telespettatori italiani.

Coruzzi è arrivato a definire Il Paradiso Delle Signore come una cura anche per affrontare il periodo complesso legata all’emergenza sanitaria. Ha continuato dicendo che non ci sono rivali per la serie televisiva giunta alla sua seconda stagione pomeridiana. Queste sono state le dichiarazioni al riguardo del radiofonico, il quale ha espresso queste parole: “Funziona meglio di qualunque concorrente nel suo stesso orario”.

Le parole del conduttore radiofonico che ha parlato degli anni del dopoguerra

Ha colto l’occasione per elencare i numeri che certificano il capolavoro compiuto dall’intera troupe della soap opera. Mauro Coruzzi ha ricordato che uno degli elementi a favore della serie si ritrova negli ascolti che hanno raggiunto i quasi tre milioni di telespettatori. Queste le parole del giornalista di Dipiù tv: “Da quando intorno a noi con il contagio è cambiato tutto, o quasi, i fans sono saliti a oltre i 2 milioni e mezzo”.

L’opinionista della trasmissione di Rai Uno, “Italia Sì”, ha fatto notare che un altro punto a favore della soap si ritrova nelle storie d’amore dei protagonisti, in una Milano speranzosa. Ha fatto leva sul messaggio trasmesso da Il Paradiso Delle Signore, attraverso il racconto degli anni successivi al dopoguerra.

Queste le dichiarazioni di Mauro Coruzzi che ha fatto un’analisi lucida e impeccabile: “E’ una serie tv ottimista come poche, visto anche il periodo in cui si svolge, erano anni in cui la fiducia trionfava in tutto il Paese”.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!