Iscriviti

Gianfranco D’Angelo: “duemila euro di pensione non mi bastano, la casa in Sardegna costa”

Il comico 82enne, ospite di Domenica Live, si è lamentato della pensione che percepisce dopo 60 anni di carriera, dichiarando di essere costretto a continuare a lavorare. Polemiche sui social

Televisione
Pubblicato il 1 ottobre 2018, alle ore 23:01

Mi piace
19
0
Gianfranco D’Angelo: “duemila euro di pensione non mi bastano, la casa in Sardegna costa”

Costretto a lavorare a 82 anni! Questo il messaggio che Gianfranco D’Angelo, popolare comico degli anni 80, protagonista di Drive In e interprete sia di spettacoli teatrali che di numerose pellicole cinematografiche, ha lanciato dal salotto di Domenica Live, mentre veniva intervistato da Barbara D’Urso.

Protagonisti del primo tema trattato nel pomeriggio domenicale di Canale 5, sono stati alcuni VIP caduti in disgrazia, come Michela Miti, Lorenzo Crespi, Luciana Turina, Marco Baldini, Maurizio Ferrini, Marco Della Noce, Claudio Lippi e Wilma Goich oltre a D’Angelo, che recentemente aveva dichiarato ai giornali di non riuscire ad arrivare a fine mese con la sua pensione.

Il cabarettista romano si è sfogato in trasmissione dichiarando di aver lavorato, e versato contributi per 60 anni, riuscendo a percepire una pensione mensile di soli 2000 Euro, che non gli consentirebbero di vivere in maniera serena, senza essere costretto a continuare a lavorare.

Incalzato dalla D’Urso, che gli faceva notare come la sua pensione non sia bassa, ma anzi è al di sopra di quella di tante persone che non arrivano neanche a prendere 800 Euro al mese, D’Angelo si è difeso facendo un paragone con i parlamentari che percepiscono pensioni più cospicue con soli pochi anni di legislatura.

Nel dibattito si è inserita anche l’opinionista, Karina Cascella, che pur rispettando la carriera di questo artista, gli ha contestato di aver comunque guadagnato tanto in questi anni e che avrebbe potuto mettere qualcosa da parte per la vecchiaia. Il comico si è difeso dichiarando di aver aiutato molte persone tra parenti e amici nel corso degli anni, senza badare al risparmio. D’Angelo ha cercato anche di precisare che le sue parole non erano un lamento sulla sua attuale condizione, ma sulla disparità di trattamento rispetto alla mole di contributi versati.

Le parole di Gianfranco D’Angelo non sono passate inosservate al popolo della rete che ha attaccato il comico reo di essere andato in tv “a piangere” pur percependo una pensione dignitosa rispetto alla media nazionale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Ho ascoltato l’intervista a Gianfranco D’Angelo e devo dire che forse il comico è stato frainteso. Infatti se si pensa che 2000 Euro di pensione possano essere poche, ci viene da pensare a chi percepisce la pensione sociale e fa veramente fatica ad arrivare a fine mese, e quindi le sue parole appaiono fuori luogo. Se invece cerchiamo di seguire il suo ragionamento, effettivamente dopo 60 anni di contributi, forse qual cosina in più ci starebbe.

Lascia un tuo commento
Commenti
Paola Assandri
Paola Assandri

06 ottobre 2018 - 20:09:11

Ma povero! E io cosa dovrei dire che al mese ne prendo molti ma molti di meno. Mah!!!

0
Rispondi
Grazia Battista
Grazia Battista

03 ottobre 2018 - 17:05:18

Poverello con 2.0000 euro al mese si lamenta potessi averli io sarei al settimo cielo ..vendi la casa in Sardengnia sene può fare a meno come i comuni mortali ..

0
Rispondi
Sabrina Giorgi
Sabrina Giorgi

02 ottobre 2018 - 09:31:51

Posso capire che non sia facile passare dalle stelle alle stalle però nella vita ci si deve adeguare sopratutto se non si è stati in grado di amministrare bene i propri soldi..2000 mila euro al mese sono già una cifra buona e sarebbe il sogno di molti italiani che vivono decisamente con molto meno.. che vendesse la casa in sardegna, mica è obbligatorio averla li.

0
Rispondi
Beatrice Cinnirella
Beatrice Cinnirella

01 ottobre 2018 - 23:35:28

2000 euro e si lamenta? Ma che si vergogni!!!

0
Rispondi