Iscriviti

GF Vip, Maurizio Costanzo commenta la squalifica di Fausto Leali: "Non doveva entrare"

Maurizio Costanzo dice la sua sulla squalifica di Fausto Leali al "Grande Fratello Vip" e rivela un particolare inedito che riguarda la redazione del programma: ecco di cosa si tratta.

Televisione
Pubblicato il 24 settembre 2020, alle ore 16:13

Mi piace
6
0
GF Vip, Maurizio Costanzo commenta la squalifica di Fausto Leali: "Non doveva entrare"

Ha creato molto rumore la squalifica di Fausto Leali alGrande Fratello Vip” e continua a far discutere la decisione presa dalla redazione del programma a causa di alcune frasi e termini pronunciati dal cantautore. Giorni fa Leali aveva tessuto le lodi di Mussolini e Hitler e usato il termine “neg*o” durante una conversazione con Enock Barwuah, sostenendo che la parola “nero” indicasse il colore della pelle e “neg*o” la razza.

Dopo la sua uscita il web si è spaccato a metà, da una parte una buona fetta di utenti si sono dimostrati soddisfatti per questa dura punizione, dall’altra alcuni hanno reputato l’espulsione una misura troppo forte e hanno creduto alla buona fede di Leali quando ha sostenuto di non aver usato quelle espressioni in chiave razzista.

A commentare il fatto sulle pagine del settimanale “Nuovo“, troviamo Maurizio Costanzo sempre attento alle dinamiche del reality show condotto da Alfonso Signorini. Il giornalista e conduttore si è espresso molto duramente contro la redazione del “Grande Fratello Vip”, dando la colpa alle scelte della produzione che sapeva esattamente – secondo le sue dichiarazioni – l’ideologia politica di Leali.

Maurizio Costanzo commenta l’eliminazione di Fausto Leali dal Grande Fratello Vip

Che su Benito Mussolini Fausto Leali la pensasse così, e quali fossero le sue idee politiche, si sapeva da un pezzo. Quindi, partiamo col dire che gli autori del reality show di Canale 5 non avrebbero dovuto ammetterlo nella Casa” ha iniziato Costanzo, criticando la scelta della produzione di inserire nel cast del reality.

Poi passa a commentare gli episodi che gli sono costati l’eliminazione dal gioco: “Detto ciò, va condannata la sua frase su Mussolini e il termine sul fratello di Balotelli. Chieda scusa pubblicamente!” ha inveito Maurizio Costanzo mettendo nero su bianco sul settimanale nella rubrica che cura sulla rivista “Nuovo“. 

Scuse che in diretta su Canale 5 sono state fatte da Leali solo dopo la richiesta di Alfonso Signorini, anche se comunque il cantante ha rilasciato dichiarazioni che testimoniano il suo pentimento. Ha voluto ribadire con forza il fatto di non voler essere etichettato come “razzista” definendo un eventuale accostamento a questo termine “un’eresia”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Sono d'accordo con le parole di Maurizio Costanzo e penso che la produzione, se davvero fosse stata a conoscenza delle idee politiche di Fausto Leali, avrebbe potuto ponderare meglio l'eventuale partecipazione del cantate in un programma così "pericoloso", visto e considerato che sono sotto le telecamere 24 ore su 24 e qualche sfondone poteva scappare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!