Iscriviti

GF Vip, Adriana Volpe spara a zero sulla Rai: la lotta contro la clausola inaccettabile

Adriana Volpe durante la diretta della terza puntata del "Grande Fratello Vip", ha rivelato una clausola nel contratto Rai sulle donne in stato interessante: ecco cosa ha dichiarato.

Televisione
Pubblicato il 16 gennaio 2020, alle ore 10:21

Mi piace
7
0
GF Vip, Adriana Volpe spara a zero sulla Rai: la lotta contro la clausola inaccettabile

Alfonso Signorini ha incentrato gran parte della terza puntata del suo “Grande Fratello Vip” sulle donne, di come la società odierna sia ancora molto legata a stereotipi prettamente maschili e incapace di sdoganare il loro ruolo nei vari ambienti, sia professionali che pubblici.

A iniziare le danze è stato il discusso e discutibile comportamento di Salvo Veneziano nei confronti di Elisa De Panicis, per poi passare al doloroso rimpianto di Antonella Elia per non essere diventata mamma e terminare, poi, con le scottanti rivelazioni di Adriana Volpe sui contratti Rai.

La Volpe ha provato forte delusione per la freddezza con cui la Rai ha gestito la bagarre tra lei e Giancarlo Magalli, in più riprese la conduttrice aveva dichiarato di non essersi sentita protetta e difesa dalla rete televisiva. Al GF Vip, ora, rivela un altro particolare che non ha gradito, ma che è riuscita a cambiare.

Grande Fratello Vip, Adriana Volpe rivela una clausola nel contratto Rai

Dopo lo sfogo di Antonella Elia, Alfonso passa a lei la palla e le chiede quanto sia stato difficile per lei diventare madre: “Non è stato facile, ma per tanti motivi. Ci sarebbero tanti temi, non so quale affrontare. Però molte volte anche sul lavoro non ti aiutano a essere madre, o a diventarlo” e rivela che nel contratto che ogni anno firmava per la sua Azienda, era riportata una clausola che permetteva alla Rai di licenziare le donne in stato interessante: “Io firmavo sempre un contratto dove c’era scritto ‘In caso di gravidanza l’artista deve dare immediata comunicazione all’azienda e l’azienda può recidere il contratto nulla sarà dato e nulla sarà dovuto“.

Adriana si è battuta molto per cambiare le cose, ritenendo questa postilla un vero e proprio sopruso nei confronti del genere femminile che, come dovrebbe essere in una società normale, non dovrebbe vivere la gravidanza come un problema o una colpa.

La Volpe ha capito che l’unico modo per cambiare le cose sarebbe stato quello di parlare con i giornalisti e far arrivare la notizia sulle pagine dei giornali: “Purtroppo quando ti ritrovi di fronte un muro di gomma, l’unico modo per far cambiare le cose è far parlare i giornali”. Alfonso promette, poi, di ritornare sull’argomento per approfondirlo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - La società lamenta la crescita zero e poi vengono fuori queste assurdità che purtroppo, non sono solo relegate nel contratto della Rai, ma saranno anche clausole riportate in mille altri contratti di lavoro. Finché non si riuscirà a capire che la gravidanza è uno stato di grazia e non un problema, saremo costretti a fare i conti con queste assurdità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!