Iscriviti

GF Vip 6, notte rovente nella Casa e un gieffino sbotta: "Contatto i miei avvocati!"

Questa notte nella Casa del "Grande Fratello Vip" c'è stato un momento di forte tensione, culminato addirittura in minacce di querele: ecco cosa è successo.

Televisione
Pubblicato il 21 settembre 2021, alle ore 09:07

Mi piace
4
0
GF Vip 6, notte rovente nella Casa e un gieffino sbotta: "Contatto i miei avvocati!"

Durante la diretta del “Grande Fratello Vip” andata in onda ieri sera lunedì 20 settembre su Canale 5, abbiamo assistito ad un forte scontro tra Gianmaria Antinolfi e Soleil Sorgé. In molti si aspettavano questo epilogo tra di loro e infatti alla fine è arrivato lo scontro, ma la questione sembra tutt’altro che chiusa.

Durante la notte, infatti, l’imprenditore è apparso molto scosso e a niente sono valsi i tentativi dei suoi compagni di viaggio di calmarlo, anzi Antinolfi è uscito così provato dal confronto con la sua ex fidanzata da arrivare a minacciare delle querele: “Mi devono far contattare gli avvocati che la querelo“.

Il duro sfogo di Gianmaria Antinolfi

Quindi sembra proprio che le intenzioni del gieffino siano quelle di passare alle vie legali, dopo che l’ex corteggiatrice di “Uomini e Donne” gli ha rivolto parole pesanti, fino ad arrivare a menzionare anche lo stalking: “Ragazzi è falsa (riferendosi a Soleil Sorgé, ndr), perché mi aveva detto che non aveva più problemi con me e che avremmo vissuto il GF Vip da amici. E poi dopo pochi minuti ti chiudi in confessionale a dire che sono uno stalker? Ci saranno seri provvedimenti per questo”.

Aggiunge poi quanto sia stato deluso dal fatto che dopo un loro chiarimento – a questo punto solo apparente – Soleil sia andata in confessionale e abbia continuato a parlare di lui in termini molto negativi: “Si prenderà la responsabilità di quello che ha detto. Verrà querelata per questo. Domani mattina la faccio denunciare dai miei avvocati“.

Antinolfi non capisce perché Soleil sia arrivata a parlare di stalking: “Forse perché mi presentavo sotto casa sua a portarle la colazione? Perché volevo portarla in vacanza o in barca?” Infine in un momento di rabbia, rivela che la Sorgé lo abbia ricontattato un mese dopo la fine della loro storia: “Perché voleva sc***re” e conclude affermando che non potrà mai stare da solo con lei per un chiarimento, teme infatti che lei possa rigirare la frittata a suo favore. “Quindi non ci saranno confronti tra di noi stanotte. Lei sparla di tutti, ma proprio tutti, anche delle migliori amiche. Adesso va in confessionale così va a fare un bel piantino”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - L'accusa di stalking è senza dubbio pesante, ma credo che, se Soleil Sorgé si sia sentita oppressa e in qualche modo "perseguitata" da una corte troppo ossessiva, abbia tutto il diritto di usare questo termine. Molte persone, sia uomini che donne, devono capire che certi limiti non vanno mai superati.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!