Iscriviti

GF Vip 6, Francesca Cipriani shock sui cinesi. Soleil sbotta: "Non giudicare così un popolo"

Francesca Cipriani ha pronunciato una discutibile frase sul popolo cinese che ha provocato la reazione di Soleil Sorgé: ecco come sono andati i fatti.

Televisione
Pubblicato il 12 novembre 2021, alle ore 10:24

Mi piace
3
0
GF Vip 6, Francesca Cipriani shock sui cinesi. Soleil sbotta: "Non giudicare così un popolo"

Al “Grande Fratello VipFrancesca Cipriani ha commesso un passo falso nei confronti della cultura e del popolo cinese e per questo Soleil Sorgé e Katia Ricciarelli l’hanno ripresa duramente, ma andiamo con ordine e capiamo meglio cosa è successo tra le tre vippone.

La bombastica showgirl si trovava a chiacchierare con alcuni coinquilini, quando ha pensato bene di pronunciare un’infelice commento sul popolo cinese: “Non prendete esempio dalla Cina, perché mangiano pure i cani e i gatti. Quello non è un buon esempio. Ho visto il servizio de Le Iene sui cani e i gatti e mi sono sentita male davvero. Senti io la penso così”, ha dichiarato Francesca convinta sulla sua posizione.

Soleil riprende Francesca Cipriani

Subito è intervenuta Soleil Sorgé che ha rimproverato duramente la Cipriani: “Ma di cosa stai parlando Francy? Senza offesa, ma non si giudica un’altra cultura così. Non giudicare così un popolo e la sua cucina, è tremendo. La cucina cinese è una delle più prelibate al mondo e quindi non dire che non sono un buon esempio. Perché ok che è tremendo quello che alcuni fanno ad animali che noi riteniamo domestici. Però è altrettanto brutto quello che noi facciamo ad animali che mangiamo, ad esempio il cavallo?” ha sottolineato poi quanto sia sbagliato generalizzare con così tanta leggerezza.

Un rimprovero che ha trovato il consenso di Katia Ricciarelli, anche lei d’accordo con Soleil su quanto discutibile consumare carne di cavallo, aggiungendo: “Pensate che a me fanno schifo tante cose nostre tipo la trippa“.Dichiarazioni che hanno avuto una grande risonanza sul web e molti utenti si sono indignati per le parole di Francesca.

La cosa che più ha sconcertato è stata proprio l’etichettare un intero popolo sulla base di un’abitudine non condivisa da molti cinesi. Numerose infatti le testimonianze di utenti che hanno voluto precisare che in Cina gran parte della popolazione si batte contro questa usanza e proprio per questo non è giusto fare di tutta l’erba un fascio: “Non mi interessa la polemica, però se accettate le generalizzazioni stereotipate non vi lamentate se dicono che gli italiani son tutti mafiosi” si legge in uno dei tanti commenti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Generalizzare è sempre sbagliato e anche noi italiani dovremmo ben saperlo, visti gli stereotipi che ci vengono affibbiati spesso. Sono d'accordo sul fatto che tutto dipende da che angolazione si guarda la questione, perché credo sia aberrante per molti anche il consumo della carne di cavallo. Da condannare in ogni caso la violenza e la crudeltà presente in molti mercati in Cina.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!