Iscriviti

GF, i concorrenti continuano a difendere Baye: “É gay, se aggredisce una donna non è grave come quando lo fa un etero”

I concorrenti del Grande Fratello non hanno compreso la gravità degli accadimenti, e, dopo la sfuriata di Barbara D'Urso con conseguente squalifica di Baye Dame, continuano a giustificare l'aggressione.

Televisione
Pubblicato il 3 maggio 2018, alle ore 10:08

Mi piace
9
0

La rissa verbale, al limiti del fisico, tra Baye Dame e Aida Nizar, scattata per un tiramisù, che ha comportato la squalifica del concorrente, non pare aver sortito l’effetto voluto. Ieri sera Veronica, Lucia Bramieri, Angelo e Filippo, mentre si trovavano in giardino, hanno giustificato l’aggressione di Baye Dame ad Aida con delle motivazioni decisamente surreali, pregne di ignoranza e di – inconsapevole? – omofobia.

Bastava mandarlo in nomination, la squalifica è stata esagerata, alla fine aveva un lato molto femminile. Non è proprio come un uomo uomo che fa quella roba ad una donna. Inoltre lui non avrebbe mai alzato le mani” .

Secondo loro, addirittura, quello che ha fatto non è comunque grave come se lo avesse fatto un uomo etero, perchè lui è gay, lavora con e per le donne, le adora, essendo omosessuale è abituato a stare solo con loro ed a interagire solo con loro. “Lui da gay è come se avesse detto ‘te sfonno’ alla migliore amica o alla sorella” la perla finale.

La prova della mancata comprensione degli eventi è che, quando Aida Nizar si allontana dal resto del gruppo, i concorrenti prendono a complottare: ieri sera Lucia, Angelo, la Bramieri, Danilo e Mariana hanno preso a sparlare, lanciandosi in ardite riflessioni.

Lucia sosteneva che Luigi uscirà, perchè, secondo il pubblico, è più interessante fuori che dentro la casa, mentre per Danilo Aida arriverà fino alla fine del reality e potrebbe andarsene solo con televoto lampo.

La Bramieri ha incalzato sostenendo che la sfuriata di Malgioglio lunedì sera è sicuramente servita alla causa, mentre l’altra Lucia ha sbottato osservando che in puntata Aida si è fregata, Alberto, invece, è risultato simpatico. 

Mariana, candidamente, ha osservato che, se fanno una catena la Nizar è spacciata, va fuori. Una punizione esemplare avrebbe consentito una maggiore comprensione della situazione o i concorrenti del Grande Fratello sono veramente senza speranza?

Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lanzini

Chiara Lanzini - Secondo gli illuminati concorrenti del Grande Fratello un uomo gay non è un uomo e se aggredisce una donna il gesto non risulta grave come se lo facesse un etero: assurdo e inqualificabile atteggiamento che trasuda omofobia, la peggiore, quella, forse, inconsapevole. I geni della Casa, cercando di difendere Baye, l'hanno profondamente offeso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!