Iscriviti

Festival di Sanremo, Amadeus svela le sue idee e apre alla nuova musica: "Ci saranno cantanti trap, rap ed indie"

Intervistato dal sito d'informazione de "Il Mattino", Amadeus ha voluto svelare i primi dettagli di come sarà la prossima edizione del Festival di Sanremo.

Televisione
Pubblicato il 6 agosto 2019, alle ore 10:16

Mi piace
7
0
Festival di Sanremo, Amadeus svela le sue idee e apre alla nuova musica: "Ci saranno cantanti trap, rap ed indie"

Una decina di anni fa nessuno avrebbe scommesso su una possibile conduzione di Amadeus al Festival di Sanremo. Il conduttore infatti entrò praticamente in una crisi professionale, con il suo passaggio a Mediaset che non ebbe il successo sperato. Infatti, i suoi due programmi “Formula Segreta” e “1 contro 100” furono disastrosi in ambito ascolti.

Il merito della sua rinascita va dato alla trasmissione “Tale e Quale Show”, che gli fa riconquistare il gradimento del pubblico grazie alla grande grinta e energia manifestata in tutte le esibizioni. Ritorna nel 2014 su Rai 1 con “Reazione a catena – L’intesa vincente”, ottenendo dei numeri straordinari e il successo viene confermato anche con “I Soliti Ignoti” e la sua ultima trasmissione “Ora o mai più”.

Le parole di Amadeus sulla prossima edizione del Festival di Sanremo

Dopo la conferma di Amadeus come conduttore della kermesse italiana, ha iniziato a rilasciare alcune interviste a dei siti web. Al portale di informazione de “Il Mattino” svela però quali sono i suoi progetti per il futuro.

Le sue dichiarazioni iniziano in questo modo: “Il mio nome è stato ventilato più volte ma nel gruppo dei possibili candidati ad ogni Sanremo di transizione, mai come uomo in fuga verso la vittoria finale. Quest’anno ero uscito dal plotone, ho capito che ballavo davvero, che poteva essere la volta giusta. Sarà il Sanremo di tutti, come di tutti dovrebbe essere la tv dei grandi eventi, dei grandi numeri, la tv servizio pubblico. C’è da festeggiare una tradizione italiana”.

Il suo obbiettivo è quello di attirare molti giovani dinanzi allo schermo, come fatto da Claudio Baglioni: “Guarderò alla musica che trasmettono le radio, che i giovani ascoltano sui telefonini, che Baglioni in qualche modo aveva già sdoganato nell’ultima edizione: la trap, il rap, l’indie, l’elettronica. Il mio compito sarà quello di scovare quante più canzoni capaci di resistere all’usura del tempo, trap o veteromelodiche che siano, senza snobismi, senza pregiudizi”.

Al momento non si conoscono invece i nomi che dovrebbero affiancare Amadeus alla conduzione. Il conduttore svela che c’è una porta aperta per i suoi amici, riferendosi quindi alla possibilità di vedere Rosario Fiorello come ospite in almeno una puntata. Stessa cosa per il cantante Jovanotti, mentre il suo agente Claudio Cecchetto potrebbe diventare il direttore artistico.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - In pochi meritano la conduzione di Sanremo come Amadeus. E' riuscito, nel corso degli anni, ha rifarsi di nuovo un nome in televisione dopo alcuni flop non collegabili a lui. Spero vivamente che possa ottenere un grande successo alla pari, o addirittura meglio, delle scorsi edizioni condotte da Claudio Baglioni.

Lascia un tuo commento
Commenti
Chiara Tiozzo
Chiara Tiozzo

06 agosto 2019 - 11:01:51

Tra p ed elettronica le vedo proprio sul palco di Sanremo... daranno al pubblico più anziano dei tappi per orecchie!

0
Rispondi
Chiara Tiozzo
Emanuele Novizio

06 agosto 2019 - 11:23:10

Gli anziani potrebbero anche capire che i cantanti anni '60 e '70, seppure hanno fatto la storia, è musica superata (seppure ancora bellissima). Ogni epoca ha il suo genere.

0