Iscriviti

Domenica In, Rita Dalla Chiesa parla del padre e di Fabrizio Frizzi: il commovente tributo a Giovanni Falcone

La giornalista Rita Dalla Chiesa è stata ospite dell'ultima puntata di "Domenica in", dove ha raccontato degli inediti della sua vita privata, ma anche ricordato la figura del giudice Giovanni Falcone.

Televisione
Pubblicato il 29 aprile 2019, alle ore 09:05

Mi piace
6
0
Domenica In, Rita Dalla Chiesa parla del padre e di Fabrizio Frizzi: il commovente tributo a Giovanni Falcone

Rita Dalla Chiesa, giornalista e opinionista del programma del sabato pomeriggio di Rai 1 “Italia si”, è stata ospite del salotto televisivo di Mara Venier a “Domenica In“, dove oltre a presentare il suo ultimo libro ha parlato della sua vita privata, dell’ex marito Fabrizio Frizzi, così come l’amatissimo padre Carlo Alberto Dalla Chiesa. 

Il 2018 è stato un anno davvero molto difficile per la celebre ed amatissima ex conduttrice di “Forum”, tra la prematura scomparsa del marito della figlia Giulia e la morte del suo ex marito, Fabrizio Frizzi, il popolare conduttore televisivo del game show di Rai 1 “L’Eredità”, a causa di un brutto male. 

Il racconto di una vita 

Un doppio dolore che ha segnato particolarmente la vita di Rita Dalla Chiesa che – come ha detto nel corso della recente intervista a “Domenica in” – ha reagito fissando su carta i ricordi di momenti e persone più importanti della su vita, da qui la stesura del libro “Mi salvo da sola”, edito dalla casa editrice Mondadori.

Nel corso dell’intervista rilasciata nel salotto di Mara Venier, Rita Dalla Chiesa ha fatto una rivelazione inedita che riguarda la figlia Giulia. La giornalista ha infatti svelato, che nell’estate del 1982 il padre Carlo Alberto Dalla Chiesa, a quel tempo prefetto di Palermo, le aveva chiesto di mandare la piccola Giulia da lui così da poter passare un po’ di tempo con la nipotina.

Qualcosa però indusse Rita a dire subito di no, un no che salvò la vita alla bambina, perché proprio in quei giorni il generale fu ucciso per mano mafiosa mentre era con la moglie Manuela Setti Carraro. Rita ha poi voluto parlare dell’importanza del ruolo ricoperto dal celebre papà: “Molti giovani non hanno vissuto quel periodo, molti giovani non sanno bene chi sia stato il Generale Dalla Chiesa. È stato un uomo che ha lottato contro l’illegalità da sempre“.

La famiglia dei Dalla Chiesa ha pagato un prezzo altissimo a causa delle scelte lavorative del generale Carlo Alberto, infatti Rita ha ammesso che la sua mamma, scomparsa a 52 anni, se n’è andata a causa della costante paura in cui vivevano. L’intervista è poi proseguito nel ricordo dell’altro grande uomo che ha segnato la vita della giornalista, cioè Fabrizio Frizzi.

Del celebre conduttore televisivo e suo ex marito, Rita dice: “Lui era il mio amico della notte, faceva le ore piccole, voleva andare a mangiare i cornetti caldi. Si appostava con la Vespa sotto casa mia, ma io avevo Giulia da mantenere, stavo facendo il praticantato e non avevo tempo“. Poi la giornalista ha rivelato un aneddoto che riguarda il nipote Lorenzo.

Fabrizio, infatti, era solito andare sempre ai compleanni del nipote della giornalista, e quando un giorno Lorenzo ha sentito la voce di Frizzi al telefono si è emozionato, perché in quella voce riconosceva il personaggio di Woody, doppiato da Frizzi. Oggi Lorenzo è un bambino che vive  una grandissima sofferenza, ma ha anche preso le parti più belle di mamma Giuli e del suo papà.

Tra i momenti più belli dell’intervista di Rita Dalla Chiesa a Domenica in c’è quello del ricordo del giudice siciliano Giovanni Falcone, un tributo ad uno degli eroi di quella terra martoriata da Cosa Nostra. Una standing ovation spontanea e doverosa per un uomo simbolo dell’antimafia ucciso iper mano mafiosa il 23 maggio del 1992 insieme alla moglie Francesco Morvillo e agli uomini della scorta.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Rita Dalla Chiesa è una persona che ammiro e stimo, una signora che con il suo garbo e gentilezza arriva dritto al cuore della gente. La sua vita, poi, merita non solo di essere messa su carta, ma dovrebbe diventare un film. La vita di Rita non è altro un romanzo complesso, dove l'amore si è accompagnato a dei grandissimi dolori, ma anche a tante gioie.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!