Iscriviti

Ciao Darwin 8, Paolo Bonolis denunciato per maltrattamenti dopo l’ultima puntata: l’indiscrezione

Il celebre conduttore televisivo Paolo Bonolis sarebbe stato denunciato per maltrattamenti sugli animali per fatti accaduti nel corso dell'ultima puntata: ecco i dettagli.

Televisione
Pubblicato il 12 aprile 2019, alle ore 11:53

Mi piace
10
0
Ciao Darwin 8, Paolo Bonolis denunciato per maltrattamenti dopo l’ultima puntata: l’indiscrezione

Paolo Bonolis, celebre conduttore del popolare game show di Canale 5 “Avanti un altro”, è tornato a far parlare di sé oltre che per il successo di ascolti di “Ciao Darwin” anche per una brutta notizia che lo riguarda, cioè quella della presunta querela ricevuta dalla Procura di Trapani per maltrattamento sugli animali. 

Il celebre show televisivo di Canale 5 ha da sempre diviso i telespettatori e l’opinione pubblica, per via degli argomenti trattati e forse anche per certi eccessi, ma anche il conduttore è stato spesso oggetto di aspre critiche. Stavolta ad essere messa sotto accusa è la scelta di aver usato delle iguane in una delle prove dei concorrenti.

Paolo Bonolis denunciato per maltrattamenti

Una nuova stagione di “Ciao Darwin” ha da poco preso il via e già scoppia una bufera mediatica sul programma, alimentata dagli animalisti che non hanno visto di buon occhio la scelta della produzione di utilizzare degli animali nello show. Nel corso delle ultime ore, le notizie che si leggono sul web parlano però di una querela, che avrebbe ricevuto il conduttore della trasmissione.

Secondo quanto riportato da diverse testate giornalistiche, Paolo Bonolis, sarebbe stato querelato dalla Procura di Trapani per maltrattamenti sugli animali, in particolare le iguane utilizzate nella prova coraggio. A presentare un esposto presso la Procura della Respubblica di Trapani sarebbe stata l’associazione Noita – Nucleo operativo tutela animali – che in un comunicato stampa, ripreso dal sito “Urbanpost.it”, ha scritto: “La condotta assunta dalla trasmissione viola le linee guida formulate dalla ANMVI (Associazione nazionale medici veterinari italiani), per il corretto inserimento degli animali in televisione“.

La nota diramata quindi prosegue con: “Visto che nel presente caso i poveri animali vengono utilizzati come oggetti per spaventare i concorrenti, in un gioco, se così può chiamarsi barbaro, e senza alcun rispetto della logica della promozione del rispetto degli animali e della sensibilizzazione alla conoscenza delle specie” – quindi chiosando afferma: “ed anzi contravvenendosi al divieto (sempre ivi incluso) di fare un uso in tv di animali che li sottoponga a stress o che neghi la loro dignità“.

Al momento non ci sono state rilasciate dichiarazioni in tal senso da parte del popolare conduttore di “Ciao Darwin” Paolo Bonolis, che ha preferito il silenzio ad una pubblica replica su quanto accaduto in trasmissione. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Se da un lato occorre aver rispetto per gli animali, dall'altro non capisco per quale motivo certi programmi insistono nell'utilizzare certi tipi di animali per i giochi televisivi. Come la bellezza per l'uomo è un fatto soggettivo, lo è altrettanto per gli animali, dunque non trovo giusto che siano state utilizzate le iguane nel programma di Bonolis solo perché fanno paura.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!