Iscriviti

Chernobyl: è pronto il trailer della nuova serie Sky-HBO

Sarà composta da cinque episodi la nuova miniserie co-prodotta da Sky e HBO intitolata “Chernobyl”. Grazie a questo progetto, gli spettatori avranno modo di rivivere i momenti più tragici legati ad una delle peggiori catastrofi causate dall’uomo.

Televisione
Pubblicato il 4 aprile 2019, alle ore 16:20

Mi piace
13
0
Chernobyl: è pronto il trailer della nuova serie Sky-HBO

Dopo il primo teaser, per la miniserie intitolata Chernobyl è arrivata l’ora del trailer ufficiale. Frutto di un progetto che ha visto la collaborazione tra Sky e HBO, la serie sarà composta da cinque puntate che andranno in onda il prossimo maggio.

L’intento degli ideatori di questo show, sarà quello di far rivivere quei giorni del 1986 in cui il mondo rimase con il fiato sospeso, terrorizzato dalle possibili conseguenze del più grave incidente nucleare della storia. Quel 26 aprile alle ore 1.23, il mondo venne turbato da una catastrofe che rimise in discussione il ruolo e soprattutto la pericolosità delle centrali nucleari.

Chernobyl andrà in onda a maggio su Sky Atlantic, mentre negli Stati Uniti sul canale HBO. Nel cast comparirà Jared Harris, che intepreterà il ruolo di Valerij Alekseevic Legasov, lo scienziato sovietico incaricato dal Cremlino di indagare sulle cause dell’incidente. Fu proprio lui a comprendere la reale dimensione della catastofe, e in ragione di ciò venne costretto a non rivelare molti dei dettagli sulla dinamica dell’incidente e sulle conseguenze della nube tossica sprigionata dal reattore numero 4.

Tra gli altri ci sarà anche Stellan Skarsgård, al quale spetta la parte di Boris Shcherbina, capo della commissione governativa istituita dal governo di Mosca. Emily Watson interpreta invece Ulana Khomyuk, la fisica nucleare sovietica, anch’essa impegnata a svelare quale mistero abbia portato al disastro.

La miniserie i cui episodi sono stati scritti da Craig Mazin e diretti da Jonah Renck, entreranno nel merito non solo della catastrofe causata dall’esplosione, ma anche delle scelte intraprese dalle autorità sovietiche, che cercarono di minimizzare le conseguenze di un disastro di proporzioni inimmaginabili. Dopo aver scelto di non rivelare nulla al resto del mondo, furono i tecnici di Forsmark, la seconda più grande centrale nucleare svedese a lanciare l’allarme, preoccupati per aver scoperto particelle radioattive, per loro natura riconducibili esclusivamente ad impianti di fabbricazione sovietica.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Penso che una serie su Chernobyl sia proprio una bella idea. Quell’incidente dimostrò non solo la pericolosità di certi impianti nucleari, ma anche con quale livello di superficialità e imperizia venne progettata e gestita una centrale altamente rischiosa per l’uomo e l’ambiente. Con questo progetto si avrà modo di riflettere per non dimenticare una tragedia di cui ancora oggi paghiamo le conseguenze.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!