Iscriviti

C’è Posta per te, Maria De Filippi si arrabbia con la Eleonora, la figlia ingrata: "Comportamento inaccettabile"

La storia di Eleonora e della sua famiglia ha sconvolto gli spettatori di "C’è posta per te" e anche la conduttrice Maria De Filippi, alla chiusura della busta, è rimasta decisamente contrariata.

Televisione
Pubblicato il 29 gennaio 2018, alle ore 08:13

Mi piace
5
0
C’è Posta per te, Maria De Filippi si arrabbia con la Eleonora, la figlia ingrata: "Comportamento inaccettabile"

Una storia raccontata a “C’è posta per te” ha surriscaldato gli animi dei telespettatori, e della stessa Maria De Filippi che è parsa particolarmente contrariata per la chiusura della busta. Il dramma familiare esposto narrava la storia di Monia e Luigi sposati da 25 anni in studio con la figlia Federica per poter riabbracciare Eleonora, la seconda figlia che ha voluto interrompere ogni tipo di rapporto con loro.

L’acredine era iniziata quando Eleonora era andata a convivere con Christian dopo soli 4 mesi in una casa di legno, senza riscaldamento: tutti e due all’epoca erano disoccupati. La madre non intendeva accettare la stuazione, le liti erano all’ordine del giorno: il rapporto si era praticamente interrotto, la madre, poi, era riuscita a riallacciare miracolosamente, il rapporto.

I ragazzi decidono di sposarsi immediatamente in Comune: Eleonora riteneva che fosse giunto il momento di coronare il suo sogno, organizzare un matrimonio sontuoso, al Castello di Bracciano, 17mila euro il costo complessivo. La madre Monia aveva chiesto alla figlia di contenere i costi: la figlia si era arrabbiata per la semplice costatazione e il matrimonio era saltato. Dopo l’episodio Eleonora ha cancellato dalla propria vita i suoi genitori e la sorella, il marito Christian gli ha minacciati di denunciarli per stalking. Monia non può vedere nemmeno il nipotino Diego, oltre ad un’altra figlia che hanno avuto recentemente.  Ascoltato l’appello dei suoi genitori e della sorella, Eleonora ha detto a Maria De Filippi di provare rancore nei loro confronti: “Mi hanno fatto male“.

Il clima in studio si era fatto sempre più teso: “Io non vedo la mia famiglia da un anno e mezzo e sono felice“. Christian: “Tutto quello che hanno fatto in questi anni non si può raccontare in una sera, servirebbero due giorni“. 

Eleonora ha sentenziato che la madre Monia è il burattinaio di casa, che voleva mettere bocca sui preparativi per il matrimonio, affermando che non intendevano sostenere le spese della cerimonia. Maria De Filippi ha preso ad inalberarsi con Eleonora: “È possibile che un rapporto genitore-figlia si riduce a una questione economica?” La ragazza, come un disco rotto, ha continuato la sua lista di buoni motivi per cui ha deciso di interrompere i rapporti. La conduttrice De Filippi ha dovuto sottolineare che del resto, se hanno una casa tutta loro, l’influenza della madre sarebbe ridotta ai minimi termini.

Eleonora non ha mutato idea e, dopo aver detto che oltretutto le hanno fatto perdere una giornata, ha affermato: “Loro mi stressano. Voglio pensare alla mia felicità, voglio una vita senza loro”. Maria ha tentato, invano, di suscitare emozioni, elencandole tutto quello che i suoi genitori hanno fatto per lei, facendo riferimento anche a quando l’accompagnavano all’asilo: per la ragazza un gesto decisamente scontatoMaria De Filippi ha concluso surriscaldandosi: “Io ci andavo da sola all’asilo, nessuno mi accompagnava. Non è scontato accompagnare all’asilo, pagare il matrimonio”. La busta logicamente non è stata aperta, Eleonora e Christian sono usciti dallo studio fra la disapprovazione del pubblico.

Su Twitter gli utenti si sono scatenati attaccando la figlia, tacciandola di essere solamente interessata ai soldi, priva di emozioni, capace di seguire le direttive del marito: “Tutti in coro vergogna per Eleonora” il giudizio diffuso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lanzini

Chiara Lanzini - Lo sguardo del marito di Eleonora trasudava astio, puro, lei è parsa la classica moglie che pende dalle decisioni del marito, che se dice no è no. Logicamente non va esclusa la volontà della stessa che per motivazioni futili è riuscita tranquillamente a cancellare un'intera famiglia con un colpo di spugna, come fosse la cosa più semplice del mondo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!