Iscriviti

C’è posta per te: la lettera di ringraziamento di Milo ai suoi suoceri dopo la morte della sua compagna Giada

Seconda puntata di C’è posta per te e grande commozione per la storia di una famiglia pugliese, che da un anno e mezzo convive con un grave lutto per la perdita di una ragazza 22enne.

Televisione
Pubblicato il 19 gennaio 2020, alle ore 18:07

Mi piace
12
0
C’è posta per te: la lettera di ringraziamento di Milo ai suoi suoceri dopo la morte della sua compagna Giada

Seconda puntata di questa nuova edizione di C’è posta per te e nuovo successo di pubblico per il people show di Canale 5 condotto da Maria De Filippi. Infatti, la trasmissione ha tenuto incollati di fronte allo schermo televisivo una media di 5.914.000 spettatori con uno share del 30,88%, numeri in linea con la prima puntata andata in onda sabato 11 gennaio.

Grandi emozioni ha suscitato la storia di una famiglia di Carovigno (Lecce), che da un anno e mezzo convive con un gravissimo lutto. Era il 16 maggio del 2018, quando una ragazza 22enne perse la vita in un incidente stradale sulla strada provinciale che collega Ostuni a Torre Pozzelle. Giada, questo il nome della donna, stava tornando a casa con la sua auto, seguita dal suo compagno, Milo, che assistette alla scena dell’incidente senza poter fare nulla. Il caso aveva voluto che i due tornassero da una visita in ospedale alla mamma del ragazzo, con due auto diverse. Per Milo un nuovo lutto, dopo la prematura scomparsa del fratello.

La storia d’amore di Milo e Giada inizia quando i due erano ancora adolescenti. Dal loro amore, dopo qualche anno, nasce Beatrice e la coppia va a convivere, con il benestare dei genitori di lei. L’incidente mortale arriva come un fulmine a ciel sereno spegnendo tutti i progetti futuri di questa coppia. Sono allora Maria Teresa e Angelo, genitori di Giada, ad accogliere nella loro casa Milo e la figlia.

È proprio il ragazzo a scrivere a C’è posta per te per ringraziare i suoi suoceri e suo cognato Giuseppe, di tutto l’affetto che sta ricevendo e lo fa con un regalo, la presenza di Mara Venier, che con i suoi programmi riesce a strappare un sorriso ai componenti di questa famiglia.

Maria De Filippi legge in studio una lettera del ragazzo, molto timido, che vuole esprimere il suo ringraziamento per tutto quello che i suoceri stanno facendo per lui e per la piccola. Un rapporto tra il ragazzo e i genitori della sua compagna, che sin dall’inizio è sembrato familiare, un legame che dopo il lutto è diventato ancora più saldo.

Milo ha un rimpianto, quello di non essere riuscito a sposare la sua Giada, perché: “rimandiamo tutto pensando che c’è sempre tempo, e invece il tempo c’è fino a che lo vuole Lui”. Maria Teresa, vera forza di questa famiglia, ribadisce più volte che per lei Milo è come un figlio, e ricorda la promessa fatta dopo la morte della figlia: “Tutto l’amore che versavo per mia figlia lo darò a lui finché lui lo vorrà. La mia casa è la sua e noi ci saremo sempre, anche se un domani avrà un’altra famiglia”.

Arriva il momento della sorpresa con l’ingresso di Mara Venier, che racconta della sua disperazione per la perdita della mamma, ma anche della successiva gioia della nascita del suo nipotino. Ed è proprio dal sorriso di Beatrice, che questa famiglia ha deciso di ripartire.

Alla fine arriva un regalo per tutti, una crociera nei Caraibi, con Mara Venier che scherza: “scegliete la metà più costosa tanto paga Maria”, e una fornitura di succhi di frutta, gli unici che consuma Milo e che Maria Teresa va ad acquistare facendosi ogni volta 30 km in macchina, visto che al suo paese non riesce a trovarli.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Ancora un successo di pubblico per Maria De Filippi con quasi sei milioni di telespettatori. Molte emozioni ha suscitato questa storia con un grave lutto che ha colpito due genitori, che hanno perso la figlia, e questo ragazzo, che ha perso la donna che amava, madre della sua bambina. Ma un messaggio emerge chiaro da questa vicenda: solo con l’amore si possono superare i momenti bui.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!