Iscriviti

Attore indiano muore per Covid: in un video ha denunciato cure insufficienti

Rahul Vohra, 35 anni, poco prima di morire aveva ostato un video in cui riferiva che se fosse stato curato meglio sarebbe riuscito a guarire. Sua moglie ha confermato la notizia del suo decesso, l'India in questo periodo è travolta dal Covid.

Televisione
Pubblicato il 12 maggio 2021, alle ore 10:21

Mi piace
3
0
Attore indiano muore per Covid: in un video ha denunciato cure insufficienti

Non ce l’ha fatta Rahul Vohra, attore e youtuber indiano 35enne, che nelle scorse ore si è spento a causa di complicazioni dovute al Covid-19. L’attore si trovava ricoverato da diverso tempo, e sin da subito aveva cominciato a manifestare sintomi abbastanza gravi, per questo è stato portato nel nosocomio più vicino. Poco prima di morire il giovane aveva postato un video drammatico, in cui faceva capire quali siano le condizioni all’interno degli ospedali. 

“Se avessi avuto un trattamento migliore potrei essere salvato”. Queste sono le parole pronunciate dal 35enne, che era molto noto nel suo Paese. Il decesso di Vohra è avvenuto in un ospedale di Nuova Delhi. Proprio il giorno prima di morire lui aveva postato il video su Facebook. “Questo (ossigeno) è estremamente prezioso in questo momento. Senza di essa i pazienti diventano storditi e soffrono. Provi a chiamare l’infermiere, ma non viene. Arrivano dopo un’ora o più, e devi andare avanti in qualche modo in loro assenza” – così diceva Vohra. Quella indiana è una situazione di emergenza sanitaria esplosiva, e per fermare il coronavirus alcuni stati federati indiani hanno optato per l’introduzione di pesanti restrizioni. 

La moglie dell’attore sconvolta

Jyoti Tiwari, moglie di Vohra, ha voluto dare un messaggio di addio al suo amato. Anche lei conferma quanto detto dal marito nel video, e si augura che il 35enne adesso possa trovare giustizia. Non è escluso, infatti, che sul caso possa aprirsi un’indagine mirata a chiarire eventuali responsabilità. La notizia del decesso dell’attore 35enne ha sconvolto tutti.

Anche il regista teatrale Arvind Gaur, con cui il 35enne collaborava, ha inviato un messaggio di cordoglio. Gaur informa che il suo “talentuoso attore” è stato trasferito in vari ospedali, ma nonostante tutto nelle scorse ore è appunto deceduto. “Per favore perdonaci, siamo tutti colpevoli” – così ha detto il regista porgendo un ultimo saluto all’attore.

In India la situazione relativa alla pandemia è drammatica: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 4.205 nuovi casi. In molti ospedali mancano medicinali e ossigeno, per questo molte nazioni del mondo si sono mobilitate per porgere tutto l’aiuto possibile, inviando materiale utile al sistema sanitario. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Una tragedia assurda quella avvenuta in India, dove questo giovane di 35 anni è deceduto a causa del Covid-19. Ciò ci fa capire di come i giovani possano subire gravi conseguenze da questa malattia, che non bisogna assolutamente sottovalutare. Rispettare le regole anti contagio è fondamentale per incorrere in spiacevoli situazioni e contagiarsi quindi con il Sars-CoV-2.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!