Iscriviti

"Apri e Vinci", il primo concorrente fuori regola: è già stato campione a "L’Eredità"

Costantino della Gherardesca ha iniziato una nuova trasmissione "Apri e Vinci". Nella prima puntata si è verificata un'anomalia, il suo primo concorrente (contrariamente alle regole) ha appena concluso un'esperienza da campione a "L'Eredità".

Televisione
Pubblicato il 14 gennaio 2019, alle ore 16:01

Mi piace
12
8
"Apri e Vinci", il primo concorrente fuori regola: è già stato campione a "L’Eredità"

Lunedì 7 gennaio è stata trasmessa la prima puntata del game show a domicilio intitolato “Apri e Vinci”, il programma è condotto da Costantino della Gherardesca. Nella prima puntata il concorrente si chiamava Salvatore ed era napoletano. La famiglia che apre la porta può riuscire a guadagnare 750 euro. La trasmissione ha mostrato subito le sue potenzialità. 

Ma quando sull’account Twitter “DipendenteRai”, dove si monitorizzano le vicende del servizio pubblico e dove spesso vengono messe in evidenza delle stranezze sulle trasmissioni tv, appare un post si scatena un putiferio. Nel Twit in oggetto si ipotizza che il concorrente che ha partecipato al nuovo gioco non solo era un volto già apparso in quiz televisivi ma oltretutto era il concorrente campione di “L’Eredità” nella puntata del 29 dicembre 2018.

Si scatena un putiferio, sul web la gente grida all’inganno e alla corruzione. In un primo momento non arriva alcuna risposta ne dalla rai ne dall’interessato.

I limiti di partecipazione ai quiz raiPer i programmi RAI esiste un codice di regolamentazione che limita la partecipazione dei concorrenti ai quiz. Regolamenti condivisi dalla società di produzione Stand By Me, come indicato nel documento ufficiale reperibile sul sito internet in cui viene espressamente citato: “sono esclusi dalla partecipazione al programma i dipendente ed i collaboratori di Rai e della società Stand by me e delle loro controllate e collegate nonché coloro che abbiano già partecipato a produzioni televisive anche di altre reti eo emittenti a decorrere dal 2017“.

La risposta della produzione e del concorrente

La redazione STAND BY ME, casa produttrice di “Apri e Vinci”, ha risposto alle polemiche con un twit in cui sottolinea che si tratta di un caso fortuitoIl programma Apri e Vinci è stato registrato più di un mese fa. La partecipazione del concorrente al programma di Rai 1 è pura casualità”.

Successivamente al post della produzione il concorrente Salvatore Zanni pubblica sulle sue pagine Social un commento: “Ciao a tutti, sono Salvatore Zanni, confermo la pura casualità. Quando abbiamo registrato “Apri e Vinci” nessuno di noi (nè io nè la produzione) sapeva che sarei stato contattato per partecipare a l’eredità su Raiuno”.

La gente si domanda quale sia la verità. Sui social spopola la domanda: “Ammesso e non concesso che le dichiarazioni del concorrente della produzione siano veritiere Com’è possibile che la partecipazione del concorrente ad Apri e Vinci sia sfuggita ai controlli dell’azienda per partecipare all’eredità?“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Daniela Marella

Daniela Marella - Quando accadono queste cose è inevitabile porsi la domanda se dietro ci sia qualche cosa di illecito e/o irregolare. Se la puntata di Apri e Vinci è stata registrata tempo prima di quella dell'eredità, in ogni caso il concorrente avendo vinto nella registrazione di Apri e Vinci, anche se non è ancora trasmessa, non avrebbe avuto il diritto di partecipare all'eredità e quindi di vincere anche lì.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!