Iscriviti

Ancora grave Nadia Toffa. Trasferita a Milano nella notte

Nadia Toffa è stata trasferita nella notte al San Raffaele di Milano con elisoccorso. Ancora gravi le sue condizioni di salute

Televisione
Pubblicato il 3 dicembre 2017, alle ore 10:21

Mi piace
1
0

Sono ancora gravi le condizioni di Nadia Toffa dopo il malore di ieri pomeriggio. L’inviata e conduttrice de Le Iene è stata colta da un malore nel pomeriggio di sabato 2 dicembre e trasferita all’ospedale di Trieste dove le sue condizioni sono apparse da subito molto gravi.

Dopo il primo soccorso, però, Nadia Toffa è stata trasferita al San Raffaele di Milano mediante elisoccorso. Purtroppo, però, le condizioni meteo avverse e le forti raffiche di vento hanno fatto temere che questo trasferimento non potesse avvenire.

“Toffa è stata trasferita con elisoccorso e con trasporto protetto. Le sue coindizioni sono stazionarie” annuncia la nota diffusa dalla Direzione di Asuits, Azienda ospedaliera università di Trieste.

Malore Nadia Toffa: come sta ora?

La “iena” sarebbe in condizioni stabili per il moment ma i medici non si sono ancora espressi in merito alla patologia cerebrale che ha colpito la donna. Le condizioni, però, rimangono gravi e Nadia Toffa rimane ricoverata nel reparto di rianimazione.

In queste ore tantissimi i messaggi di solidarietà da parte di tutti i suoi fan, che seguono le tante inchieste che la donna ha condotto nel corso del suo lavoro a Le Iene, ma anche da parte di tanti personaggi del mondo dello spettacolo.

I social, infatti, sono invasi da messaggi di affetto nei confornti della Toffa. Anche la pagina ufficiale del programma di Italia 1, infatti, ha voluto mostrare la sua vicinanza alla propria inviata postando un messaggio accompagnato da una foto di Nadia che in pochi minuti ha avuto tantissime interazioni.

Cosa sta ora Nadia Toffa? E’ questa la domanda che tutti i fan della donna si stanno facendo in queste ore. Tutti invitano Nadia a non mollare ed a continuare a lottare per sopravvivere. Non resta che attendere nuove informazioni o bollettini medici, sperando in un miglioramento che possa tranquillizzare tutti coloro che in queste ore stanno seguendo con trepidazione la vicenda.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!